05 set 2016

Sauté di Soja e Ratatouille


Eccomi di rientro da tre memorabili settimane di vacanza, che mi hanno regalato emozioni e ricordi impagabili, alcuni dei quali ancora mi provocano ancora un piccolo tuffo al cuore, mentre altri mi cullano, la sera, mentre aspetto che arrivi il sonno.
Il ritorno alla routine non è mai indolore, ma sono così carica di energie e progetti e, soprattutto di determinazione a mantenere il buon umore e i buoni propositi, che, tutto sommato, lo sto affrontando con razionalità (ottimismo sarebbe eccessivo).
Immagino di aver già pubblicato una ricetta per la ratatouille; del resto è uno dei miei contorni preferiti, in estate, quando, malgrado il procedimento un po’ brigoso, che costringe a un contatto con i fornelli più prolungato del tollerabile a queste temperature, trovo bellissimo aver a disposizione una cocotte piena di verdure colorate, ottime anche fredde.
Visto l’arrivo di ospiti improvvisi (e quanto mai graditi), stavolta l’ho personalizzata, trasformandola in una sorta di ragù veg, per farne un piatto unico.


Anche se la succulenza del risultato non è paragonabile a quella di un sauté di carne, perché la soya non rilascia sugo, ma, semmai, lo assorbe, anche se la ratouille vorrebbe un rosé, magari un Bandol o un vin de sable, avevamo voglia di rosso e abbiamo scelto un Merlot siciliano delle Cantine Settesoli, abbastanza giovane e fresco da non sovrastare la schiettezza del piatto, ma allo stesso tempo morbido e suadente nei suoi sentori di frutti rossi croccanti, su un fondo di fiori scuri passiti, legni e spezie.

Ingredienti:
  • 4 burger di soya (Amica Natura)
  • 1 melanzana
  • 2 zucchine
  • 1 peperone rosso
  • olio di semi di girasole
  • un bicchierino di grappa di Pinot Bianco (Distillerie Roner)
  • 1 cipolla
  • un barattolo di pomodori pelati Fattoria di Vaira (distribuiti da Emporio Ecologico)
  • una presa di sale
  • una puntina di zucchero
  • una foglia di alloro
  • 2-3 rametti di maggiorana
  • una presa di timo
  • un mazzetto di basilico

Procedimento:
Scongela i burger e schiacciali per formare una sorta di trito.
Dadola la melanzana e la zucchina, riduci il peperone a listarelle e saltali per 5 minuti nell’olio di semi.
Unisci il “macinato” di soya, lascia insaporire per un altro paio di minuti, quindi sfuma con la grappa
Metti da parte.
Affetta finemente la cipolla e dorala in altro olio, aggiungi i pelati, spezzettandoli grossolanamente, il sale e lo zucchero. Unisci le altre verdure e i burger, le erbe profumate e lascia sobbollire coperto per 30 minuti.

2 commenti:

rosy123 ha detto...

This blog is so nice to me. I will continue to come here again and again. Visit my link as well.
voyance gratuite immediate

Blogger ha detto...

ClixSense is a very popular get-paid-to site.