17 mar 2017

Gratin di Crauti e Salsicce con Mele e Senape alla Birra


Un paio di settimane fa, ho concluso in bellezza una settimana lavorativa semplicemente infernale con un weekend di febbre alta, presumo legata allo stress, con picchi tra i 39.4 e i 35.2. Nonostante il malessere, non nego che trascorrere qualche giorno a letto o, meglio, sul divano, non mi è dispiaciuto. Avevo tra le mani un paio di romanzi un po’ naïf ambientati in Provenza, una collezione di film ancora meno impegnativi i cui protagonisti si muovevano con scioltezza tra le cucine del Périgord e l’Eliseo, nelle borgate di una Roma tardoadolescenziale e negli appartamenti lugubri di lutto della Casa Bianca post-kennedyana, un rotolo di scottex, più economico dei kleenex, e dello Zerinol in caso la situazione precipitasse.
Ci si immagina che essere malati, quando si vive soli, sia un grosso problema e la prova di questa opinione diffusa mi si è presentata in casa intorno all’ora di cena, nelle sembianze dei miei genitori e del mio fidanzato, che, con grande sollecitudine, recavano brodo di pollo, aspirine, coperte extra, nachos (sì, nachos)… ho debolmente protestato che non avevo bisogno di niente, se non di silenzio, un privilegio al quale, dato il lavoro che faccio, ambisco anche in condizioni normali, e alla domanda “hai qualcosa da mangiare?”, ho estratto dal forno con fierezza una teglia di salsicce e crauti, coperta da uno spesso, burroso gratin.  


Ingredienti:

2-3 cucchiai di cucchiai di senape forte alla Birra Antoniana (distribuita da Casa della Birra)
Procedimento:
Mescola la farina e il sale e frullali a piccoli colpi di mixer con il burro freddo a tocchetti, fino ad ottenere delle briciole grossolane.
Riponi il composto in frigorifero, mentre prepari il ripieno: taglia le salsicce a tocchetti e rosolale in padella, senza aggiungere altri grassi, unisci le bacche di ginepro schiacciate, i crauti e insaporisci per 5 minuti. Fuori dal fuoco, aggiungi la mela dadolata.
Trasferisci le salsicce e i crauti in una pirofila da forno e punteggia la superficie con la senape.
Riporta a temperatura ambiente e ricopri con il composto di farina e burro.

Inforna a 180° per 35-40 minuti o finché le briciole non saranno dorate. 

4 commenti:

Antro Alchimista ha detto...

Ma veramente con la febbra riesci a sfornare queste delizie???? Questa ricetta te la rubo immantinentemente! Avere gli ingredienti la farei subito per pranzo! Un abbraccio

Simo ha detto...

Io con la febbre, il massimo che riesco ad ingoiare è una tazza di fumante te o camomilla...certo che tu sei proprio mitica Sere!
Che bello questo gratin, ne immagino il profumo e il gusto, mmmm....
Buon fine settimana! Bacione

wennycara ha detto...

Semplicemente, che soddisfazione dev'essere stato! Complimenti, non è davvero da tutti, quando capita a me preferisco settarmi sul *mamma vieni a salvare la tua povera figlia* mode. Nel contempo però, dopo il primo paio di giorni che sono malaticcia non ne posso più, e l'obiettivo è filare dritta fuori... E se appesto qualcuno pace, il caffè del Querci è troppo buono :D
E' moltissimo che non preparo un crumble, mi hai fatto venire una gran voglia. Studierò una versione vegetariana e me lo preparerò, senza aspettare di essere ko ;)
wenny

voyance sérieuse gratuite par mail ha detto...

Articolo eccellenti e un ottimo passaggio blog troppo! Grazie per tutti i vostri consigli.