21 lug 2017

Minimal Cookies al Cacao



Roof Top” è la parola dell’estate. In una città resa sempre più soffocante dal caldo e dall’automazione, una città un tempo gloriosa, in cui le abitazioni incombono sui vicoli, già di per sé angusti, comprimendoli fino a ridurli in tunnel in cui uno sciame stolido di zombie e robot si snoda con occhi spiritati, sopravvive una Firenze sospesa ad altezze sfalsate, compartimentata da ringhiere e illuminata da lanterne e candele, che permette di librarsi almeno con lo sguardo. E’la Firenze degli abbaini, delle altane, delle mansarde terrazzate, dei giardini pensili per i più facoltosi. Una Firenze areata e democratica, che permette ai romantici di rimirare Piazzale Michelangelo, agli eruditi di osservare Santa Maria del Fiore da una prospettiva arrogante, agli amanti della natura offre la vista sul Pratomagno in lontananza, ai curiosi, come me, di ficcare il naso nelle vite degli altri prendendo spunto da ciò che si protende nel déhor per inventarne il seguito.
Alcuni vi organizzano feste, altri si fanno pagare per affittarli e farle organizzare agli altri. Quando la location è particolarmente elegante ti senti fuori luogo: il vestito è troppo made in China, le scarpe troppo basse, i capelli si scompigliano. Allora per sentirti meno a disagio devi bere. Se gli occhi lacrimano per il vento e il rimmel cola bevi due volte. Smetti di bere quando ti rendi conto che il bagno è due piani di scale marinare più in basso e per arrivarci intera devi reggerti in equilibrio.
Anche i biscotti che hai portato ti sembrano troppo biscotti, accanto a quell’altare di finger food belli e anaffettivi, e nemmeno li tiri fuori dal tupperware: domattina, avvolta in una t-shirt sformata e appoggiata al banco snack, nell’intimità della cucina, saranno meno stonati. 


Ingredienti:

Procedimento:
Setaccia le polveri in una terrina
Monta le uova con lo zucchero, incorpora il burro ammorbidito e unisci gradualmente gli ingredienti solidi, senza mescolare troppo.

Con un porzionatore da gelato preleva delle piccole dosi di impasto e appiattiscile leggermente su due teglie foderate di carta antiaderente. Preriscalda il forno a 200° e inforna i cookies per 12 minuti, scambiando di posto alle placche a metà cottura. 

5 commenti:

elenuccia ha detto...

Altane, mansarde, grandi terrazzi sono una di quelle cose che considero davero un "plus" in una casa. Forse perchè non ho neanche un microscopico e insignificante terrazzino. Una città come Firenze vista dall'alto deve essere uno spettacolo unico. Però odiando sentirmi fuori luogo credo che diserterei inesorabilmente ogni festa mondana "on the roof top" e mi godrei in pace il fresco della sera sul divano insieme a questi biscotti e un bel bicchiere di latte freddo. Hanno un aspetto divino e mi incuriosisce molto l'uso della semola, non l'ho mai provata nei biscotti

Annalisa -Piccanti Sapori Speziati- ha detto...

Questi biscottini sarebbero stati all'altezza di essere serviti una bella alzatina accanto ad altre prelibatezze...
Non sono mai stata a Firenze, spero al più presto di rimediare e poter sbirciare anch io seppur da una camera d'albergo ;)

speedy70 ha detto...

Semplici e golosi, mi piacciono molto!

Francesca Maria Battilana ha detto...

Sempre il top i cookies!

Elena Siano ha detto...

Sicuramente Firenze deve essere bella anche da altre angolazioni...E con un cookie di questo da provare ancora più interessante! !!!!