6 ott 2008

Salsicce e crauti alla bavarese



Penso si sia capito che non sarei disposta ad uccidere per una bistecca: già il fatto che nel mio blog vi sia un'apposita sezione, intitolata "Al posto della solita fettina" dovrebbe essere indicativo del mio rapporto con la carne e, soprattutto, del mio rifiuto di lanciare una braciola (suoletta, la chiamiamo in Toscana) in una padella unta, tanto per mettere in tavola qualcosa. E della mia ossessiva ricerca di fonti alternative di proteine.



Concepisco la carne solo se inserita in preparazioni particolari, elaborate, vagamente esterofile.


E' il caso di questo piatto, di ispirazione bavarese, che ho messo insieme più o meno in coincidenza (o almeno credo) con l'Oktober Fest, per fare concorrenza alla riproduzione " de no'antri" che di questo evento organizzano tutti i locali dell'hinterland fiorentino...


... quanto mi piace dire "hinterland fiorentino", come se Firenze fosse circondata di zone industriali sconfinate, quasi inglobate, non fosse per la diversa amministrazione comunale, nel territorio cittadino! In realtà mi riferisco a Prato, Empoli, Sesto, Campi, insomma, quelle città che fanno parrocchia a sé, ma che amo campanilisticamente pensare come dipendenti dalla Signoria Medicea... vi ho mai detto che sono una nostalgica del Granducato???

Sarà per questo che di Monaco ho un ricordo particolarmente dolce e, poetico, ubriachi che vomitano nel Giardino degli Inglesi inclusi, e che, forse unica al mondo, apprezzo particolarmente la cucina austroungarica.
Ho trascorso un'estate tra il Tirolo e la Baviera, mangiando chili di Tiroler Grostl, Kaiserschmarn e Knödel di tutti i tipi (anche perché non sapendo un'acca di tedesco non sapevo cosa stavo ordinando... avete mai assaggiato quelli di fegato? Immondi) , mentre i miei vicini di tavolo, che così a occhio dovevano avere più o meno l'età di Francesco Giuseppe, brindavano con boccali di birra di capienza minima un litro, cantando allegri stornelli tedeschi. Credetemi, non è il vino che fa buon sangue, ma la birra.
E allora facciamo finta, per una sera, che gli Asburgo siano ancora sul trono, che estendano il loro dominio alla Germania e alla Toscana e mangiamoci un piatto da birreria.
Nota: ovviamente non mi riferisco ai veri Asburgo, ma agli Asburgo del film "La Principessa Sissi".
Trovavo doveroso percisarlo perché il mio post non risultasse politically uncorrect.




Ingredienti:
  • pancetta
  • un barattolo di crauti rossi in agrodolce
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • sale
  • pepe
  • peperoncino (questo era il mio tocco personale, con la Baviera non c'entra niente)
  • noce moscata
  • 4 salsicce

Procedimento:

Foderate il fondo di una teglia con delle fettine sottili di pancetta, disponete sopra uno strato di crauti, una carota tritata e una cipolla tagliata a velo. Cospargete di sale, pepe, peperoncino tagliato a striscioline e noce moscata. Adagiatevi sopra 4 salsicce e riempite gli spazi tra l'una e l'altra con altri dadini di pancetta.

Infornate a 180° per circa 1/2 ora.

16 commenti:

Morettina ha detto...

Mammia mia che botta de goduria!!!!!
Buon inizio settimana!!!!!!!!

Fiorella ha detto...

In questo momento il mio colesterolo è salito a mille!!! ma per questa bontà se po fà!

Un bacioe

Onde99 ha detto...

Sì, ragazze, era giusto per darvi il buongiorno, una cosina leggera e digeribile, adatta al brunch!

nina ha detto...

Io adoro i crauti....potrei cedere una salsiccia per una doppia porzione di crauti!!!

manu e silvia ha detto...

Ok non sarà proprio un piatto leggerino leggerino, ma sicuramente è buonissimo e gustosissimo!!
bacioni

kristel ha detto...

Che buono!! Inoltre é un piatto che si mangia molto nella mia regione (il caro Friuli). Quindi non posso che dire 10 e lode!!!!! E un piatto anche per me, perfavore!!

Micaela ha detto...

mmmh, non ho parole!! lo so che faccio schifo ma io vado matta per il cibo bavarese! salsicce, wurstel, crauti, stinco e quant'altro mi fanno troppo gola! ciaoo

Onde99 ha detto...

Insomma, ragazze: tutte raffinate, tutte a escogitare accostamenti fashion e presentazioni da autore, però il pastone di crauti grondante di aceto con le salsicce ai trigliceridi cotte dentro non li rifiuta nessuno!!!

eli ha detto...

ma che bontà ste salcicce!!! profumo di germania, che io adoro, adoro la lingua che sento proprio mia, adoro la gente, con cui mi sono sempre trovata bene, adoro le loro città, il loro pane, i loro dolci, e naturalemte.... le loro salsicce!!! mi inviti la prossima votla?!? bacio, eli

Onde99 ha detto...

Eli, manco c'è bisogno che te lo dica: tu sei sempre la benvenuta, anche con cuccioli e marito!

Lo ha detto...

ihihi io adoro la principessa Sissi...ihihi e per la carne condivido il pensiero...la faccio solo quando ne sentiamo un'estrema voglia....magari passano mesi!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Beh, ti diamo ragione, la solita bistecchina buttata lì nella padella, tanto per cucinare qualcosa, non attizza nemmeno noi, amiamo piuttosto sperimentare, contaminare, esplorare attraverso abbinamenti particolari che ci ispirano. Al tempo stesso ci sono piatti della tradizione ai quali siamo molto legati.
Anche noi, guardando il tuo tributo all'October Fest, siamo virtualmente ingrassati... è un bel piatto!
Baci da Sabrina&Luca

Maya ha detto...

Ma qui Volano i trigliceridi alle stelle.. solo a guardare la foto!!!
ma per l'oktober fest di casa nostra si fa questo ed altro...
Grande!!!!!!

Onde99 ha detto...

@ Io: più ti leggo e più scopro cose che ci accomunano! Anche la Principessa Sissi, adesso!
@ Luca&Sabrina: non conoscevo il vostro blog, provvedo a linkarvi, perché così a una prima occhiata mi sembra molto interessante; dopo me lo studio bene!
@ Maya: una volta l'anno si può fare!

blunotte ha detto...

piatto ricco mi ci ficco!!!

Roberto ha detto...

Complimenti per il blog!
Posso mettere un link dal mio?

Ciao