26 mag 2010

Bacon Wrapped Meat Loaf

Bacon Wrapped Meat Loaf

La primavera sembra arrivata, baldanzosa ed esuberante e io non sto più in me dalla gioia: finalmente possiamo spingerci anche a più di mezz'ora da casa, senza il pensiero di essere sorpresi da un temporale. Finalmente anche alle altitudini a me gradite, aka diverse centinaia di mt slm, il clima è mite e permette di passeggiare, sdraiarsi sull'erba, scattare foto in libertà.
Abbiamo passato l'intero fine settimana in giro e io non ho cucinato quasi per niente: mi perdonate?
Ma sì, che mi perdonate, guardate che meraviglia:

Passo della Futa





Passo della Futa



Passo della Futa





Passo della Futa




Passo della Futa


Passo della Futa




Però sabato sera ho voluto concludere una di queste passeggiate con la dignità che si confà ad una giornata così bella: da qualche giorno mi sto cimentando con grande soddisfazione in alcune preparazioni di derivazione statunitense, tratte da questo bel libro di Laurel Evans, del quale vi ho già parlato in passato.
Si tratta di piatti pesanti, molto lontani dal nostro modo di mangiare e di intendere il cibo e nei quali si fa largo uso di prodotti confezionati: personalmente, mi fa un po' strano leggere nella lista degli ingredienti cose come "un pacchetto di crackers", "burro di arachidi", "ketchup" etc...
Ciononostante, malgrado le perplessità iniziali nell'affrontare una cucina tanto diversa dalla mia, almeno finora i risultati sono stati eccellenti e, anche se non potrei immaginare di mangiare così ogni giorno, di tanto in tanto trovo piacevole anche allentare un po' le redini e concedermi quelle che, fin da bambini, ci sono state presentate come "porcherie".

Passo della Futa

E'il caso di questo polpettone, che, oltre ad essere avvolto nel bacon, contiene, nell'impasto cose come tabasco, ketchup, crackers, senape: sono sincera, non le ho usate tutte, quindi la versione che ve ne propongo è un po' edulcorata rispetto all'orginale, ma, del resto, non intendevo acquistare prodotti che, di base, non consumo, come il tabasco o la salsa Worchester, per utilizzarne solo poche gocce.
Data la lunga lista di ingredienti, sembra complicato, ma non lo è: il procedimento è quasi elementare. Inoltre la ricetta originale prevede l'utilizzo di non so quante diverse ciotole e pentolini, perchè vorrebbe che si seguisse lo stesso procedimento dei muffin, con separazione tra gli ingredienti solidi e quelli liquidi: ma, con un po' d'attenzione, è possibile sporcarne solo due, è sufficiente aggiungere la carne come ultimo ingrediente, quando tutti gli altri sono già ben amalgamati e mescolarla con delicatezza, senza pressarla, in modo che rimanga morbida.

Indian Summer?

Ingredienti:

  • 75 ml di ketchup
  • 1/2 cucchiaino di chili (tabasco nella ricetta originale)
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di aceto bianco


  • 1 cipolla
  • 450 gr di macinato (io ho utilizzato soltanto macinato di maiale, ma la ricetta prescriveva un mix di manzo, maiale e vitello)
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di latte
  • 1 manciata di timo
  • 1/2 cucchiaino di chili (tabasco nella ricetta originale)
  • 2 cucchiaini di senape all'antica (1 cucchiaino di senape e 1 cucchiaino di salsa Worchester nella ricetta originale)
  • 1 pacchetto di crackers
  • 100 gr di bacon a fette sottilissime
  • sale
  • pepe
  • olio evo

Procedimento:

In un pentolino mescolate i primi 4 ingredienti e fate cuocere a fuoco basso per due minuti dall'ebollizione. Mettete da parte.

Tritate i crackers e metteli da parte.

Tritate la cipolla e fatela appassire in poco olio in una grossa pentola. Utilizzando una casseruola capiente vi sarà possibile usare lo stesso recipiente anche per mescolare il resto degli ingredienti del polpettone. Spegnete il gas, fatela raffreddare leggermente e aggiungete quindi tutti gli altri ingredienti, tranne la salsa precedentemente preparata, il bacon e la carne, e amalgamateli molto bene. Alla fine aggiungete la carne e lavorate l'impasto con delicatezza.

Adagiate le fette di bacon sul fondo di una pirofila leggermente unta e deponete sopra, al centro l'impasto di carne, dandogli una forma cilindrica con le mani, senza pressare. Spennellate la superficie del polpettone con 2/3 della salsa di Ketchup, quindi avvolgetelo completamente con il bacon.

Cuocete a 180° per circa 45 minuti, quindi fate riposare per 15 minuti e servite con la salsa rimasta a parte.

40 commenti:

fiOrdivanilla ha detto...

sempre meglio. sempre meglio!
le tue foto mi affascinano sempre di più, sei diventata proprio brava Ondina.

che dire ... queste foto mi mettono davvero una voglia infinita di prendere, partire e andare in montagna. Non scherzo! Va a finire che non appena posso, prendo e vado davvero tra i boschi.. ma anche in aperta campagna non mi dispiacerebbe. Solo una parola: pace.

Dodò ha detto...

Ma dove si trovano quei posti? Sono un incanto! Potrei viverci in mezzo alle montagne, anzi, sarebbe un sogno da realizzare. La città non fa proprio per me! E figurati se non ti perdoniamo!!
Dora

Serena ha detto...

Wow...come ti capisco, anch'io appena posso scappo nei boschi o solamente in campagna, da sola o con il mio cane, per sentirmi pienamente felice e respirare quella quiete che la nostra vita frenetica sta subdolamente smantellando. E se al ritorno mi trovo un arrosto così, allora penserò di essere arrivata direttamente in paradiso, solo-andata però!
Un abbraccio e buona giornata

Federica ha detto...

Dove hai trovato un posto così? Me lo sto sognando anche la notte, se c'è una cosa che vorrei è evadere dal resto del mondo per un week end. le foto sono splendide e mi sono innamorata di quel cucciolotto bianco che sembra un peluche ^_^
Un bacio, buona giornata

Cris ha detto...

hai trascorso proprio un bellissimo week end all'aria aperta!con queste giornate è l'ideale!il libro di cui parli l'ho sentito già parecchie volte,e tutti ne erano entusiasti, mi toccherà comprarlo!:)

Castagna ha detto...

Foto stupende e posti ancor + stupendi cara Ondina.
Qui fino a ieri si moriva di caldo, sembrava di stare in un altoforno, oggi si sta già meglio.
ma sai che quel libro l'ho preso sabato???
Meraviglioso!
Non vedo l'ora di provare un bel po' di ricette!
PS ma hai notato la apple pie? Io appena trovo una forma per torte adatta la rifaccio subito!
(Ho letto che non sei in fase fragola) :-)

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti :-)
Le foto sono state scattate al Passo della Futa, sull'Appennino Tosco Emiliano.
@ Castagna: l'apple pie ammaragana mi piace moltissimo e mi propongo di farla quanto prima! Non è che non sono in fase fragola, ma non amo i dolci a base di fragole, come nemmeno quelli a base di banane: preferisco mangiarle in purezza e fare dolci con le mele!

Ely ha detto...

che foto meravigliose.... quella dell'albero giallo in mezzo a tutti quelli verdi è uno spettacolo....
Hai ragione questa ricetta è un pò particolare ma secondo me comunque buono anche se gli ingredienti non sono i soliti usati! ciao Ely

Saretta ha detto...

Ma tu vivi in un posto a dir poco meraviglioso!!!Mi ci trasferirei tesoro..ti ringrazio per questi scatti da sogno, pieni di tenerezza e bellezza.Apprezzo anche il tuo cimentarti in preparazioni così elaborate e pazienti, sei una donna da sposare :D!
Un bacione

Ale ha detto...

Serena, che pace in quei luoghi che hai immortalato ! ci si ricarica con questo genere di passeggiate e vedo che poi l'energia dona i suoi frutti ! baci

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti, sono contenta di avervi rasserenato con queste vedute. Comunque vorrei precisare che non vivo in questi posti, purtroppo, ma li raggiungo nel fine settimana e solo di tanto in tanto...

eli ha detto...

Le foto con gli animali mi inteneriscono sempre e mi associo all'ovazione generale per il posto stupendo che hai visitato!
Anche a me piace pasticciare con le ricette provenienti da altre culture. Anche se ho una predilezione per i piatti mediorientali e orientali.
Ciao ;)
p.s.
Ho provato a sostituire la Worchester con l'aceto balsamico con risultati accettabili.

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro queste foto ispirano pace leggerezza ma anche l'allegria del verde e quella luce meravigliosa che solo questi posti riescono a dare!!!bellissime davvero complimenti,e quei cuccuioli...che tenerezza....questa ricetta poi....le foto hanno riempito la mia anima la ricetta riempirebbero egregiamente il mio stomaco(se potessi assaporarle nn solo visivamente sarebbe il massimo)....bacioni imma

Cinnamon ha detto...

Bellissimo post! La ricetta mi intriga un bel po'... io sono una pasticciona e non mi faccio scrupoli ad usare i crackers :D quasi quasi...
In Futa ci vado domani (spero!); grazie per le belle immagini che danno serenità!!!

Micaela ha detto...

carissima innanzitutto le foto sono bellissime... che bei posti... e il cucciolo di pastore è stupendo, te l'avevo detto già, io non mi sarei più staccata da lui!!! buonissimo questo secondo, un pò elaborato ma dev'essere gustosissimo! quel libro mi intriga sempre di più...

Antonella-Vera55 ha detto...

le tue foto sono gioia per gli occhi e per il cuore!da esse traspare un clima di pace molto simile a quello che si percepisc sulla mia montagna,L'amiata. osservandole mi sembra di essere a casa.grazie anche per la gustosa ricetta.Buona giornata

Olivia ha detto...

Ma che meraviglia questi paesaggi....mi manca molto la mia campagna!!!!e anche se solo peril fine settimana deve ssere molto rilassante e piacevole godersi questa natura!

UnaZebrApois ha detto...

Che foto!!!Dei paesaggi assolutamente meravigliosi...certo che ti "perdoniamo"...ci hai donato delle foto favolose...eppoi comunque ci delizi con questo piatto incredibile...glommm è pure ora di pranzo...mi hai fatto venire una fameee!!!

Carolina ha detto...

Come vorrei quella candida palla di pelo bianco... :)
O mamma, è bellissimo!
Viene voglia di coccolarlo e non lasciarlo più...
Splendide immagini cara Onde!
Un abbraccio.

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti :-)
@ Micaela e Carolina: credetemi, staccarmi da quel cucciolo è stato davvero difficile...

Damiana ha detto...

Ma si che ti perdionamo..a patto che ci porti in giro ogni volta con te.Bellissime foto e quella pallottola di pelo è irresistibile..mmm che gli farei!!La ricetta è stuzzicante e tu l'hai "snellita"perfettamente,bravissima come sempre!

Mariluna ha detto...

ti diro' a me piace scoprire la cucina americana e cere ricette un po' bizzarre tempo fà le ho anche provate e sono paricolarissime e buone, specie mescolando ingredienti a noi un po' insoliti. E se non dov'é se ne và la nostra curiosità ed il sapere?....io devo testare e fai bene a proporcele :)

le foto sono una ventata di benessere solo a guardarle, dei posti da relax e per passeggiare in armonia con la natura^^ magnifico Ondina davvero magnifico :)***

Marilì di GustoShop ha detto...

Ma sì, in fondo sono i cracker e il ketch-up a sollevare una certa diffidenza, però sono sicura che il risultato deve essere spettacolare, anzi, a dire la verità, mi andrebbe proprio di provare...

Forchettina Irriverente ha detto...

Pensavo molto peggio .. avevo idea che solo il nome facesse ingrassare. Ma a parte il bacon ed i crackers non è così pesante. Anche io guardo un pò sospettosa i piatti che utilizzano ingredienti che di per sè sono già alimenti pronti. Ma quando ci vuole, ci vuole !!! E poi non dire nulla a me .. con questo caldino ho ben pensato di preparare un pane di cioccolato ... in tema con la bella stagione, no ?? Manu

CarlottaD ha detto...

Tu mi dirai curiosa ma mi piacerebbe sapere perchè hai scelto la senape all'antica ( scelta peraltro che condivido perchè mi sembra più "appropriata")

terry ha detto...

Bhe intanto complimenti per le foto...avete visitato dei luoghi stupendi... le pecorelle e quel cagnolino tutto soffice....che tenerezza!!!
Poi interessante questo polpettone americano, rivisitato!... anche io mi dico che così non ci mangerei sempre...ma ogni tanto è bello provare!:)

Amaradolcezza ha detto...

beh con delle foto così come si può non perdonarti??? hai fatto proprio bene io domenica sono andata a fare una lunga passeggiata al mare con la metà... ne sentivo proprio il bisogno!!
un bacione grandeee

Max ha detto...

Che belle foto!!! Una meraviglia questo periodo è bellissimo per passeggiate e rilassamento tra i prati...e magari portarsi dietro quel bel polpettone pieno di profumi...ottimo, brava e alla prox.

CorradoT ha detto...

Sulla preparazione niente da eccepire, bella e buona!

In che parte della Futa, di preciso?

Shade ha detto...

ricetta buonissima, foto...meravigliose!

arabafelice ha detto...

Vivi in un posto bellissimo...io invece ho intorno tanta, tanta sabbia ;-)
Mi incuriosisce molto questo polpettone con tanti ingredienti, ciao!

Ambra ha detto...

Ma che belle foto Onde!!!Gli animalini sono fantastici!!!!E la natura è davvero strepitosa!!!Mi piace il polpettone con le "porcherie" dentro...sono quei cibi che mi mettono di buon umore...sarà per quello che peso 200Kg più del consentito!!!!Bacio

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Splendide queste foto della campagna in primavera! finalmente è arrivata!!
Particolarissima questa ricetta: dai gusti forti come piacciono a noi!
baci baic

Milena ha detto...

Fianlmente la primavera è arrivata e la voglia di stare all'aperto a godersi la natura è tanta: nel frattempo mi godo le tue immagini per le quali non smetterò mai di farti i comoplimenti ....

Lisa ha detto...

Hai scritto un post meraviglioso...grazie!!! lisa

Wennycara ha detto...

Già lo sai quel che penso :)
Siamo proprio fortunate ad avere dei posti così vicino a casa.
Complimenti per il piatto: per adesso rimango a guardare le tue sperimentazioni con la cucina americana, poi chissà...
Baci,

wenny

Cey ha detto...

I cagnolini *_* che belli *_*
E quella ricetta ispirava anche me sempre sul libro della evans, le tue modifiche tra l'altro mi sembrano azzeccatissime =)

lucy ha detto...

bellissime foto e i colori invitano proprio alle uscite all'aria aperta.complimenti anche per la ricetta fantastica

fiordisale ha detto...

Questo reportage fa innamorare! Ma è dove vivi? Con le pecorelle?
Mi adottiiiiiiiiiii?

Alex ha detto...

Si entra nel blog e si vivono minuti di pieno relax. Che meraviglia Onde, cos'è quel cagnolino!! E quanti fiori di acacia :-) Non sei riuscita a friggerli neanche stavolta?
Il polpettone rimane sicuramente bello succoso grazie alla pancetta. Non lo faccio mai perchè per una persona è un po' troppo, ma mi piace molto.
Un bacione e buon weekend
A.