24 mag 2010

Torta di Limone e Cocco

Torta al Limone e Cocco

Ho preparato questa torta lo scorso fine settimana, per la Festa della Mamma: mea culpa, non mi capita spesso di offrire dolci ai miei genitori, non per pigrizia, ma per smemoratezza. Nei miei primi mesi di convivenza, tra casa mia e quella dei miei sembrava fosse stata aperta una via mercantile parallela e clandestina, lungo la quale correvano vassoi di torte e biscotti. Poi, un po' come le candele sulla tavola ogni sabato sera e i fiori davanti alla tazza della colazione la domenica mattina, questa piacevole abitudine è scemata lentamente, fino a perdersi del tutto.
Così, la mia mamma, pur essendo al corrente di tutto ciò che accade nella mia cucina grazie al blog, difficilmente riesce a toccare con mano i soggetti delle foto.
Quando mi sono resa conto che la cena che i miei genitori avevano organizzato per noi e per alcuni amici era stata fissata per la sera antecedente alla Festa della Mamma, ho pensato di non presentarmi, come al mio solito, a mani vuote e di fare ammenda per la mia degenerazione filiale con questa torta, ispirata a una ricetta originale di Donna Hay, quindi ripresa da Trish Deseine e presente in I Love Torte come "dolce di arance".
Io ho sostituito queste ultime con dei limoni, una parte della farina di mandorle con coco rapé e la scorza di limone grattugiata con polvere d'arancia.
Il risultato, devo ammetterlo, è una torta di grande effetto scenico che sembra preannunciare meraviglie, ma, di fatto, sotto la bardatura di coreografiche fette di limone sciroppate, si nasconde un animo molto simile a quello caratteristico dei dolci da colazione, piuttosto asciutto, morbido, molto arioso grazie al lungo montaggio delle uova con lo zucchero, ma indiscutibilmente più adatto a un ciambellone da credenza che a un dessert da dopocena.
Quindi, detto tra noi, se dovessi replicarlo salterei a pié pari la fase della caramellizzazione delle fette di limone, che è laboriosa e promette più di ciò che riesce a mantenere, e preparerei solo la base, così da rendere più semplice lo "zuppo" nel latte del mattino.
Per fortuna, la mamma ha gradito. Magari ripristiniamo i contratti di fornitura, chissà.

Uova


Ingredienti x la torta:

  • 4 uova
  • 220 g di zucchero
  • 150 g di farina
  • 1 cucchiaino di lievito chimico
  • 150 g di burro
  • 60 g di farina di mandorle
  • 60 gr di coco rapé
  • 1 cucchiaino di polvere d'arancia

Ingredienti x lo sciroppo:

  • 225 g di zucchero
  • 125 ml di acqua
  • 4 limoni biologici


Procedimento:

In un pentolino preparate lo sciroppo, facendo scaldare l'acqua e lo zucchero fino a scioglimento di quest'ultimo. Lavate bene i limoni, spazzolandoli energicamente, asciugateli e affettateli sottilmente senza sbucciarli e deponete le fettine nello sciroppo.

Secondo la ricetta originale, il taglio dei limoni era la prima cosa da fare, dopodiché occorreva preparare lo sciroppo e buttarvi le fette di limone mentre questo bolliva. Siccome terrei a non ustionarmi, ho scelto di invertire le operazioni, in maniera da lasciar raffreddare leggermente lo sciroppo mentre preparavo i limoni da immergervi.

Dopodiché, è sufficiente rimettere la pentolina sul fuoco, riportare il contenuto a ebollizione e calcolare una decina di minuti di cottura, il tempo di far ammorbidire le fette di limone, senza romperle.

Foderate il fondo e i laterali di una tortiera a cerchio apribile (di 20 cm di diametro, secondo la ricetta, io non l'avevo, ne ho usata una da 26 e non ho avuto problemi) di carta forno facendola aderire perfettamente. Se vi state domandando come rivestire di carta forno in maniera così precisa i laterali (cosa sulla quale io mi sono arrovellata per circa 10 minuti) la risposta è : imburrandoli!

Quindi disponete le fette di limone sgocciolate sulla base e sui lati, premendole leggermente per farle attaccare.

Tenete da parte lo sciroppo.

Preparate quindi la torta: fondete il burro e mettetelo da parte, per farlo raffreddare.

Montate a lungo nel robot le uova con lo zucchero, finché non diventano molto chiare, quindi aggiungetevi la farina e il lievito, continuando a frullare a grande velocità. Versate nel bicchiere anche la farina di mandorle e di cocco, il burro fuso e la polvere d'arancia e mescolate ancora, fino a ottenere un composto omogeneo.

Versate il tutto nella tortiera, facendo attenzione a non muovere le fette di limone.

Quindi mettetela nel forno spento, impostate la temperatura a 180° e, una volta raggiunta questa, calcolate circa 1/2 ora. Fate la prova dello stecchino e, se questo esce asciutto, sfornate la torta. Lasciate riposare una decina di minuti, quindi sformatela capovolta, su un piatto. Togliete delicatamente la carta forno e, finché il dolce, è ancora caldo, irroratelo con lo sciroppo.

29 commenti:

Milena ha detto...

Molto spesso le preparazioni che appaiono su carta patinata, si rivelano deludenti: senza le tue considerazioni, avrei pensato che questo dolce fosse soffice e aromatico ....
La forza dei blog è anche quella di testare determinate ricette e parlare poi di pregi e difetti ....

Anch'io avrei gradito!!!!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

buonossima fresce scenografica!!!di sicuro perfetta per la colazione ma io la trovo benissimo perfettea per un dopocena gustoso!!!anche mia mamma quando viene da me nn bussa mai con le mani...sono troppo cariche:-)bacioni imma

Castagna ha detto...

Ondina grazie per la dritta, anche io probabilmente avrei pensato lo stesso e l'avrei portata a cena...Davvero nei primi tempi c'era un "corridoio parallelo" di biscotti e dolcetti?
Io tantissime volte vorrei portare i dolci dai miei, poi per tempo o altri mille motivi non porto mai nulla...Sabato sono andata addirittura a mani vuote, ma per fortuna mia mamma aveva uno splendido strudel :-)
Cmq devo provare a mettere le arance tagliate a fette sopra la torta...sono scenograficissime!

Ambra ha detto...

vedere di nuovi i tuoi limoni mi mette di buon umore!!!Un bacione grosso grosso!!

Juls @ Juls'Kitchen ha detto...

GNAMME!! La vedo proprio come te, con un dolce così colazionoso e soffice nell'anima, bene lasciarlo così com'è!
Sai che amo i limoni, quasto dolce lo amo così a prescindere!
Facciamo un cambio??
Falso pocket coffee per fetta di torta?
un abbraccio

Luca and Sabrina ha detto...

Un dolce soffice, ottimo, di quelli che non stancano mai e che purtroppo spariscono in un battibaleno, insomma avrai capito che preferiamo torte come questa a quelle eccessivamente farcite che dopo una fetta non ce la fai più!
Un buon inizio settimana
Sabrina&Luca

lise.charmel ha detto...

è davvero molto bella questa torta e se era anche buona non mi stupisce che tua madre abbia gradito. io ormai anche per i dopocena presento dei dolci "colazionosi" perché molti miei amici li preferiscono

Federica ha detto...

Grazie alla tua dritta la torta diventa di sicuro più rapida senza perdere di gusto. certo però che con le fette di limone faceva la sua bella figura.
Tra casa mia e dei miei è praticamente corridoio a senso unico; con tutte le paternali ogni volta che azzardavo a portare qualcosa...ho praricamente smesso!!!!
Un bacione e buona giornata

Edda ha detto...

D'accordissimo con Milena :-) La realtà è sempre più forte quindi grazie per quest'articolo e per questa torta dai sapori famimiari :-)(ne prendo un po' di fette va')

Camomilla ha detto...

Mi trovi d'accordissimo con quello che hai scritto, io stessa avevo preparato questo dolce, ma alle arance, e consigliai a suo tempo di servirlo per una merenda pomeridiana accompagnandolo con il té. Deve essere buonissima questa tua variante :)

piesse: ti ho appena inviato una mail :)

Micaela ha detto...

dici che non è adatta al dopocena? eppure mi sembra così bella!!! però questo non significa che non sia buona, per la colazione dev'essere buonissima come dici tu.. io non eliminerei nemmeno i limoni caramellati!

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti e scusate se oggi non mi soffermo, ma sono un po' di corsa...

manuela e silvia ha detto...

Ciao! però...particolare il cocco con il sapore dell'arancia, ma ci intriga! poi la torta è di quelle semplici e classiche, ma che piacciono sempre!
insomma...il dolcino ogni tanto ci vuole, meglio se in pochi ingredienti si assaporano gusti ricercati ;)
baci baci

steval ha detto...

deve essere buonissima complimenti

Cinzia ha detto...

Ciao, piacered di conoscerti! Che bella questa torta, non vedo l'ora di provarla... chissà tua mamma come era felice!!! Buona settimana

Saretta ha detto...

Mi piace molto questa torta, con la sua ventata di freschezza.Mi piace altrettanto la tua franchezza ed i tuoi preziosi consigli!
Un bacione

Wennycara ha detto...

Oh si, ripristina ripristina. E' un'ottima abitudine.
Concordo con le lettrici che hanno sottolineato quanto sia importante l'onestà di un blog: il tuo è fenomenale...
Baci,

wenny

Cris ha detto...

cocco e limone è un abbinamento che non ho mai provato, ma deduco che sia molto buono!:)
grazie dei consigli!
buona giornata

Simo ha detto...

Devo provare l'abbinamento cocco e limone...ho provato con le mandorle ed era squisito...sperimenterò!
Il tuo risultato è superbo.

Max ha detto...

Dev'essere di una squisitezza superba. Brava e grazie per le tue visite, ciao.

Shade ha detto...

mi incuriosisce molto l'abbinamento! gran bella torta!

paolo ha detto...

hai ragione veramente bella la tua torta

UnaZebrApois ha detto...

se per caso i contatti mangerecci riprendono fatemi un fischio, che mi trasferisco a metà strada tra casa tua e quella dei tuoi...così intercetto la fornitura!!! ;P

PS: questa torta mi ispira un sacco!!!

Dodò ha detto...

Buongiorno cara! Avevo visto questa torta già in diversi blog, anche non italiani e mi ero sempre posta il dubbio sulla consistenza. Avevo immaginato che non fosse proprio una torta da fine pasto. Come sempre, le tue opinioni sono precise e veritiere. Non decanti mai un piatto solo per fare scena e non millanti chissà quali abilità.
Anche per questo mi piace leggerti.
Detto tra noi, alla Deseine, preferisco i ravioli qui sotto!
Dora

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti, ma non vorrei che mi aveste frainteso: la torta era buonissima, solo senza fette di limone, ecco ;-)

Antonella-Vera55 ha detto...

uno degli aspetti più beli della cucina è quello dello sperimentare,provare ingredienti diversi,creare qualcosa di nuovo,una tua creatura...quindi tutto è frutto di una grande passione e in questo caso la voglia di donare qualcosa di speciale.Bravissima e complimenti per il tuo post!

stefi ha detto...

Gustosa e molto scenica ma a parer mio adatta a qulsiasi ora della giornata, colazione, spumtino e perchè no dessert dopo una cena!
brava Onde a presto!

Meg ha detto...

Mi piacciono da matti le "torte da colazione", questa me la mangerei con gusto! Complimenti per il tuo blog, un sacco di ricette sfiziose e originali ;)
Ciao! Meg

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com