08 ott 2010

Cotognata ai Profumi del Natale (e Succo di Mela Cotogna allo Zenzero)

Cotognata alle Spezie e Succo di Mela allo Zenzero

Sapete, io mi ritengo una persona molto fortunata.
No, non pensate che disponga di chissà quali risorse economiche, di una carriera o di una salute di ferro.

Ho due sole grandi fortune, che portano un po' con sé tutto il resto e mi permettono di sentirmi felice: riesco a bearmi, nel senso letterale del termine, delle piccole cose.

Ma soprattutto sono circondata da persone splendide. Persone che hanno accettato il mio lato oscuro e mi rimangono comunque vicine, persone che mi vogliono bene e si preoccupano per e occupano di me, che mi supportano nel momento del bisogno e che hanno sempre un pensiero per me.

Alcune di queste persone le conosco da sempre e ho avuto recentemente riprova del loro affetto, in un momento buio. Altre le ho incrociate per caso, in questo periodo non facile per me, e mi hanno teso la mano. Quindi, a rigore, non so proprio se il nostro incontro si possa definire un caso o se ci abbiano messo lo zampino le stelle.

Di alcune persone, infine, mi sono accorta solo di recente: conoscenze di vecchia data, ormai date quasi per scontate, forse considerate poco determinanti per il mio benessere, allo stesso modo in cui ritenevo di non essere importante per loro, che, improvvisamente, si sono rivelate fondamentali. Persone con cui divido una grossa fetta della mia giornata, il mio rapporto con le quali pensavo si potesse definire in riduttivi termini di collaborazione, e che invece hanno saputo cogliere l'improvvisa ombra che incupisce il mio sguardo e offusca il mio sorriso. E che hanno fatto gara per farmi tornare quella di sempre.
Quella che nelle inezie è capace di vedere la luce.

Qualche giorno fa, una mia collega mi ha portato un cestino di mele cotogne. Frutti bellissimi nella loro imperfezione, nelle loro ammaccature, nella loro irregolarità, che hanno inondato di profumo la mia cucina.

Le ho usate per la preparazione più tradizionale, la cotognata come me l'ha insegnata la mia mamma, ma arricchita da una cassolette di profumi natalizi, forse in anticipo sulla stagione, ma in linea con la mia fase regressiva, di ritorno all'infanzia e alle sue sicurezze.
Il procedimento è un po' lungo, ma ne vale la pena.

Cotogne

Ingredienti:
  • 2,5 Kg di cotogne pesate intere
  • Zucchero qb (vedi procedimento)
  • 2 cucchiaini colmi di cannella
  • 1 cucchiaino colmo di zenzero
  • 1 cucchiaio di polvere d'arancia
  • 1 presa di scorzette di limone tagliate a striscioline
  • 1/2 bicchiere di limoncello

Procedimento:

Pulite accuratamente le mele con un panno, in maniera da eliminare la peluria esterna. Lavatele bene e tagliatele in quarti, scartando le parti eventualmente rovinate. Non togliete, però, né bucce, né torsoli, né semi.

Traferitele in una pentola e coprite d'acqua. Fate bollire per un'ora (io ho utilizzato la pentola a pressione, quindi mezz'ora è stata sufficiente).

Filtrate il succo ottenuto, facendolo passare attraverso una garza fitta, disposta su un colino, poggiato a sua volta su un recipiente capiente, nel quale raccoglierete il liquido.

Appena le mele bollite si saranno raffreddate, tagliate via i torsoli, dadolatele e pesatele. Dovreste ottenerne circa 1.5 - 1.6 Kg. Rimettetele nella pentola, insieme allo stesso peso di zucchero, 800 ml del succo ottenuto durante la fase precedente, la cannella, lo zenzero e la scorza di limone. Fate cuocere mescolando sempre, come una normale marmellata, quindi, verso fine cottura (quando i cubotti di mela saranno morbidi e il liquido avrà la consistenza di uno sciroppo corposo), aggiungete la polvere d'arancia e il limoncello.

Verificate la densità della marmellata con la solita prova della goccia sul piattino, quindi invasatela bollente, chiudete rapidamente i barattoli e capovolgeteli per formare il sottovuoto.

Con il succo avanzato, potete preparare una bevanda molto utile per le malattie da raffreddamento, facendolo ribollire per un paio di minuti con 3 cucchiai di miele e 1 cucchiaino di zenzero per ogni litro. Conservate in frigo e consumate entro un paio di giorni, prima che cominci a fermentare. Nel qual caso, potete utilizzare la preparazione come un normale aceto di mele.

30 commenti:

lucy ha detto...

bellissimo post, complimenti perchè sei veramente una persona solare e sensibile.quel poco che ti conoscono tramite internet e e-mail mi da l'idea che se fossi più vicina saremmo grandi amiche!un bacio grosso e adoro questa cotognata, difficile ma dolcissima come te.dai ti aspetto per il nuovo contest!buon week

meggY ha detto...

Buongiorno tesoro!Sai, il bello dei momenti brutti è scoprire quante persone ci stanno vicine.Possono essere come dicevi persone che conosci da una vita, nuove amicizie oppure persone che non avevi notato prima, ma l'importante è che sappiano allegerire dal dolore con costanza e discrezione.Questa compostina profuma di Natale, sono in fibrillazione!Ti mando un bacio grande grande

Federica ha detto...

Sono molto belle le parole che hai detto tesoro, e mi riconfermano quanto ho sempre pensato, che sei una persona con un animo meraviglioso e molto sensibile.
Questa cotognata è speciale, come te. Ma preferisco associarla solo al mix delle mie spezie preferite, il periodo natalizio lo cancellerei volentieri dal calendario. Un abbraccio, buon fine settimana

dolci a ...gogo!!! ha detto...

la tua sensibilita serena si percepisce in ogni tuo post è palpabile e questo ti rende speciale come speciale è questa preparazione che di sicuro ha innondato di positività il tuo animo ma anche la tua cucina:D!!!!bacioni imma

Fabiana ha detto...

Hai ragione non c’è niente di più rassicurante del natale e delle meravigliose sensazione che riesce a portare con se... la cotognata è splendida e spero ti possa regalare tutta la serenità di cui meriti..

Carolina ha detto...

Come sai, la marmellata di mele cotogne è una ricetta alla quale sono estremamente legata. A casa mia racconta di nonne, mamme e zie... :)

Che bello: siamo due amanti delle piccole cose... :)
Buon fine settimana cara!

CarlottaD ha detto...

Credo che tu sia una persona speciale che ha degli amici speciali.
Anche le tue ricette non possono che essere speciali.
Buona giornata.

kristel ha detto...

Che cara, spero che vada tutto bene o che in breve tempo tutto possa tornare alla tranquillità! Dopo i periodi scuri pero' insieme a queste persone a te care torna sempre il sereno e si esce più forti.
Che dire di questo succo, non impazzisco per le mele cotogne ma l'aggiunta dello zenzero lo rende sicuramente curioso e se poi ci sono dei sentori natalizzi non posso che tifare a favore. Buon week-end. Un abbraccio!!

elenuccia ha detto...

Sei fortunata ad avere vicino delle persone che ti vogliono bene, ma anche queste persone sono fortunate a poter contare sull'amicizia e affetto si una persona speciale come te.
Credo che riuscire a godere delle piccole cose sia la chiave della vera felicità...non sempre ci si riesce purtroppo ma gli amici servono anche a questo ^_^

Kitty's Kitchen ha detto...

Ciao Cara sere,
le tue parole sono vere, quando si hanno accanto persone che ci amano siamo fortunati, ma quello che penso io è che le persone che abbiamo accanto le attiriamo noi, quindi se siamo buoni e diamo amore lo riceviamo in cambio. La verità Sere è che tu sei una persona che ha molto da dare (con i tuoi difetti e pregi chiaramente) quindi hai quello che meriti, certo un pizzico di fortuna non guasta ma non è solo quello.

La cotognata è proprio un retaggio della mia infanzia, ricordo ancora mia mamma che con pazienza puliva tutte quelle mele bitorsolute e pelosette. E' bello leggere qui questa ricetta. Ti auguro un buon fine settimana

Onde99 ha detto...

Grazie mille a tutte, un bacione grande :-)

Wennycara ha detto...

Ciao carissima,
adoro perdermi nel flusso delle tue parole. E queste sono delicate più che mai, per giunta. Ti abbraccio forte, perchè non mi sembra che ci sia da aggiungere alcunchè.
Quanto alla cotognata, devo ringraziarti, perchè proprio non ne conoscevo la ricetta.
Buon fine settimana,

wenny

mariluna ha detto...

daccordo, un lavoraccio ma é molto buona, anche il tuo post :)
Buon fine settimana^^

Saretta ha detto...

Come fanno le persone a non prendersi cura e cuore di te?
Ti auguro che la tua vita sia sempre inondata di luce cara, e che profumi di spezie e cose buone.

annaferna ha detto...

Il tuo post mi ha commossa!!!
Davvero si sente trasparire che sei una persona sensibile e attenta alle sfumature della vita.
...la cotognata è una delle marmellate più caratteristiche della mia infanzia.Tante volte l'ho preparata anche "da grande" ed ho smesso da qualche anno poichè non rientra esattamente tra le mie preferite..però questa volta voglio provare con la tua ricetta ricca di essenze, chissà che non mi conquisti.

ciao e buon w.e.

Simo ha detto...

Nel bearmi di piccole cose sono come te...molti non mi capiscono, ma anche 2 pomodori che mi vengono donati riescono a rendermi felice...
Purtroppo invece non posso dire, come te, di essere circondata da persone speciali.......
Purtroppo ultimamente sto soffrendo molto per la difficoltà di trovare una vera amicizia disinteressata e persone che tengono veramente a te, senza volere nulla in cambio se non puro affetto.
Ti abbraccio!
P.s: sai che le mele cotogne non le ho mai assaggiate, nè così nè sotto forma di cotognata?

Onde99 ha detto...

Grazie davvero a tutti!
@ Simo: mi spiace molto leggere che una cara persona come te si trova così disillusa dall'amicizia. Se può servire, io ho di te un'altissima opinione. Baci

Mirtilla ha detto...

Che post commovente... mi hai fatto quasi venire le lacrime agli occhi! E' bello vedere che ci sono ancora persone che riescono a esser felici per le piccole cose, in questo mondo così materiale ed egoistico... Sono fortunate le persone che ti stanno vicino perchè credo tu sia una persona speciale, sincera, in grado di dare agli atri tantissimo affetto. E non dimentichiamoci di questa ricetta...non importa se è troppo natalizia (che poi è u ntroppo che non gusta mai perchè il Natale è uno dei giorni che preferisco in assoluto), i nfondo il Natale quando arriva arriva no? :-D Un bacione grosso

lise.charmel ha detto...

spero che il regalo e ciò che ne hai fatto siano riusciti a restituirti il sorriso.
ti abbraccio forte

Shade ha detto...

mi spiace sapere che stai passando un periodo difficile e spero che presto torni la primavera!
un abbraccio!
Shade

ah, meravigliosa questa cotognata!
a me di certo non me le portera' nessuno le mele cotogne ma se le trovo al super provo a farne un pochetto di questa delizia!

Sorriso ha detto...

viva le persone,
ma direi pure la ricetta della mamma!!!!
un Sorriso...

Edda ha detto...

Onde ci credi che ho i brividi (e stranamente non fa' freddo). Che parole e che lezione anche per noi, sei fortunata ma io sono fortunata a conoscere una persona come te cosi' sensibile ed affettuosa. Sono d'accordo: le persone che ci stanno vicino e che ci accettano sono il tesoro più grande della vita. Un abbraccio forte

Simo ha detto...

Grazie Serena, le tue parole mi hanno fatto un immenso piacere.
Sai che ho trovato amicizie sincere fra tante blogghine...e non fra le persone a me vicine?
Il problema che mi dò con tutta me stessa...forse troppo. E puntualmente la delusione arriva.
Grazie di cuore...un bacio

( parentesiculinaria ) ha detto...

Io ho capito una cosa: le persone ci stupiscono sempre (non sempre in bene, ma vabbè) e scoprire un alleato dove un attimo prima non avevi guardato scalda il cuore.
Mi spiace che sti passando un periodo un po' bigio... ma a quanto leggo sta passando...
Per quanto riguarda le mele cotogne mi piacciono talmente tanto che le preferisco in purezza... tuttavia mi arrivasse un vasetto così a Natale me lo terrei stretto.

il sapore del verde ha detto...

Un post poetico e delicato, molto bello... La cotognata è una di quelle intramontabili delizie che mi auguro possano allietare i pomeriggi freddi del prossimo inverno a tutti!!! Bacioni... Deborah

arabafelice ha detto...

Abbi pazienza con me, sono sempre forse troppo...di tutto :-) ma mi piaci tanto, come persona, e accidenti volevo dirtelo!

Giulia ha detto...

Serena, mia cara.. siamo proprio in sintonia con le mele cotogne: ne sto facendo la marmellata! :-)) E' un pò lunga, ma che profumo!..
Andrà tutto bene, vedrai!
Un bacione

Onde99 ha detto...

Grazie a tutte, siete voi che mi commuovete ogni giorno con il vostro affetto!

Micaela ha detto...

che belle parole scrivi e le condivido in pieno.... ad oggi credo che le mie migliore amiche non siano quelle che frequento ma proprio quelle che ho trovato qui...
sono onorata di aver avuto la fortuna di assaggiare questa delizia... anzi, ho quasi finito il vasetto... è buonissima, non sapevo avessi messo anche il limoncello, la polvere l'arancia e la buccia del limone.... posso solo dirti che mi piace da morire!

terry ha detto...

Adoro le mele cotogne..qui mi delizi con queste due preparazioni, spero di trovarle pure io!
bravissima!