11 ott 2010

Il "mio" Pesto di Basilico

Il *mio* Pesto

Di fronte alle vostre richieste della mia personalissima ricetta del pesto, ho deciso di cedere e passarvela... con buona pace dei miei lettori genovesi, che sicuramente la troveranno assai poco aderente a quella originale.
C'è da premettere che:
  1. Sono allergica all'aglio
  2. Sono ancora più allergica al costo dei pinoli
  3. Non apprezzo le preparazioni eccessivamente oleose

Quindi il mio pesto contiene basilico, noci, parmigiano e sale. L'olio, come noterete dalle foto, è previsto in dosi minime e aggiunto alla fine, per evitare che venga assorbito dal resto del composto, nella misura sufficiente a renderlo cremoso. Piuttosto, preferisco non scolare troppo la pasta ed affidare l'amalgama all'amido contenuto nell'acqua di cottura.

Ne risulta un pesto leggero, digeribile, morbido, che sa di basilico fresco, quello che raccolgo in estate nei numerosi vasi che coccolo sul terrazzo e che, alla fine della stagione calda, ripongo in freezer per usi futuri. E di parmigiano non troppo stagionato, perché la sapidità delle versioni "stravecchie" non coprano il gusto erbaceo che amo sentire in questo tipo di condimento.

Ingredienti:

  • 2 manciate abbondanti di basilico freschissimo (o surgelato appena raccolto)
  • 3-4 noci
  • 1 pezzo di parmigiano (ca 50 grammi)
  • due prese di sale
  • olio

Procedimento:

Quello classico prevederebbe l'uso del mortaio, ma nella mia testa il pesto è il condimento "fast" per eccellenza, quello a cui mi rivolgo quando torno a casa troppo tardi e troppo stanca per voler porre troppo tempo in mezzo. In mezzo alla mia fame e al momento di sedermi a tavola, intendo.

Quindi uso il mixer. Sì, proprio il mixer, fatto girare a piccoli colpi, intervallati da pochi secondi, il necessario per far raffreddare le lame, fino ad ottenere un composto granuloso, che poi trasferisco in una ciotolina, nella quale, mentre la pasta cuoce, aggiungo una spruzzata d'olio.

Il *mio* Pesto

In questo caso, però, ho destinato il pesto a una preparazione più insolita, un goloso risotto rubato a Jamie Oliver. La ricetta del risotto in bianco di Jamie Oliver è per me una sorta di bibbia, un dogma da rispettare alla lettera: è indiscutibilmente perfetta. L'aggiunta, come da suo consiglio, di una cucchiaiata di pesto, lo rende celestiale.

Forse sarà banale, ma non posso fare a meno di passarvi i suoi consigli, da me un po' rivisitati per comodità.

Ingredienti x 2 persone:

  • 1 cipolla piccola
  • 1 pezzetto di burro
  • 150 gr di riso
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • brodo qb
  • parmigiano grattugiato in abbondanza (stavolta, per me caciocavallo)
  • sale
  • pepe
  • Pesto per servire

Procedimento:

Affettate finissimamente la cipolla e fatela rosolare nel burro per una decina di minuti, finché non sarà morbida, traslucida e completamente rivestita dal grasso.

Aggiungete il riso e fatelo tostare mescolandolo, fino a far diventare i chicchi trasparenti. Versate il vino, alzate la fiamma e fatelo evaporare, sempre mescolando.

Nel frattempo avrete portato il brodo a ebollizione. Aggiungetelo al riso, un mestolo alla volta, fino a cottura ultimata, rimestando di continuo, per far rilasciare l'amido e rendere la preparazione cremosa. Aggiungete quindi il formaggio e fate riposare per 5 minuti, fuori dal fuoco.

Servite, con una cucchiaiata generosa di pesto per ogni commensale.

Il *mio* Pesto

40 commenti:

Federica ha detto...

L'aroma dell'aglio a me invece piace moltissimo ma anch'io detesto le preparazioni troppo unte. Mi piace questo pesto grossolano e l'aggiunta al riso, mi hai dato una bella idea per la cena di stasera. Un piattino caldo che scalda il cuore. Un bacio tesoro, buona settimana

Kitty's Kitchen ha detto...

Pesto ottimo e risottino ancora di più.
Sai che mi è successo a me sere? E' proprio vero che i gusti cambiano, all'inizio quando ho aperto il blog non tolleravo nemmeno io molto aglio e cipolle, invece poi ho imparato apprezzare a piccole dosi, non ne sono un estimatrice ma in certi casi ammetto che ci sta bene. Nella tua situazione però quando parli di allergia è ben diverso.
Mi piace la consistenza granulosa e sul costo dei pinoli hai ragione!

lucy ha detto...

o mamma mia....ma sei un genio, visto i tuoi problemini hai fatto un pesto fanastico, sai che mi piace questa versione?assolutamente da provare, buon lunedì!

Milena ha detto...

Ho un'ultima tornata di pesto da preparare e conservare: queste idee arrivano al momento giusto :D

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesò lo sai che anch'io nel pesto fatto in casa l'aglio nn l'ho metto??prima perche ai bimbi non piace e poi perche cmq resta piu digeribile ma questa versione con le noci mi stuzzica tantissimo abbinato a questo risotto è davvero il top!!!bacioni imma

Carolina ha detto...

Praticamente un altro pesto!!! ;)
La tua premessa mi ha fatto morire... Anche "mio suocero" è allergico all'aglio. Pensavo fosse l'unico...
Buona settimana cara Onde!

meggY ha detto...

Buongiorno tesoro, andiamo con ordine:
1) ma come sei allergica all'aglio???Nooooo,io morirei, mi piace troppo;
2) il tuo pesto è davvero una meraviglia, anch'io preferisco mettere meno olio ed aggiungere l'acqua di cottura della pasta;
3) pure io adoro il riso di Jamie!!!!
Bravissima e buona settimana smack smack

arabafelice ha detto...

Oddio, andresti d'accordo con mio marito, che sostiene che l'aglio non gli piace...io non me ne do pace e continuo a nasconderlo nei vari piatti!

Mi piace questa tua versione, anche io non sono per il troppo unto ;-)

Chiara ha detto...

quasi light questo pesto, mi piace, bravissima!buona settimana...

Micaela ha detto...

eccola la fatidica ricetta.... grazie, l'aspettavo!!! devo provarla... anche a me l'eglio resta un pò sullo stomaco, devo provare questa versione con noce e senz'aglio!!! con il risotto mi incuriosisce... mai provato!

Elga ha detto...

Concordo sul prezzo spropositato dei pinoli e sulle preparazioni oleose, ma a ma l'aglio piace molto, ma èroverò anche questa! bacio

stella ha detto...

Ciao, è un sacco di tempo che conto di mandarti una mail ma rimando sempre, scusami se te lo scrivo qui.
L'altra settimana ho partecipato ad un corso di cucina indiana, ho anche postato sul mio blog questo dolcino, se ti va di vederlo (http://unastellatraifornelli.blogspot.com/2010/10/kulfi-al-mango-e-zafferano.html) e volevo chiederti una cosa sul pane naan. Mi hanno dato una ricetta che prevede sia il lievito di birra, sia il lievito istantaneo, così abbiamo mangiato più una frittella che un pane, siccome in rete ho trovato ricette tutte esclusivamente con il lievito di birra, volevo chiederti cosa ne pensi, io l'ho fatto solo con il lievito di birra e mi è piaciuto, grazie, ciao ;)

elenuccia ha detto...

Visto che:
1) non digerisco l'aglio...proprio non mi sta giù nello stomaco
2) sono tirchia e mi basta vedere il costo di un pacchettino di pinoli per farmi venire rabbia
3) come te non amo le preparazioni piene di olio
4) adoro le noci e le metterei ovunque

...non posso che copiare subito subito. Appena riesco a rubare amia madre il suo basilico lo provo.

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti!
@ Stella: io il pane naan lo faccio con il lievito di birra, ovviamente non cresce quanto il pane "occidentale", rimane piuttosto basso e non molto arioso...

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Il tuo pesto mi piace moltissimo, nonostante a me l'aglio piaccia abbastanza, sia nella consistenza che nella sua composizione, credo non potrò esimermi dal provarlo anch'io su un bel risotto in bianco!

Luciana ha detto...

Buongiorno cara, neanche io metto l'aglio è un pò pesantuccio!!! questa versione di pesto è allettante, con le noci (che simpatica la tu allergia al prezzo dei pinoli) il sapore cambia e sono curiosa di scoprire questa novità!! abbinato al risotto poi dev'essere una vera delizia!!! buona settimana :D

Saretta ha detto...

Pensa che io i pinoli li uso solo col pesto di basilico...ma sto giro ho fatto metà e metà con pinoli e noci;)
Poi..anch'io niente aglio e dose normale di olio..non amo allagare la pasta!
Carpirò l'idea del risotto, io ti passo(se non la sapessi già) l'aggiunta del pesto nel minestrone!
bacione

Simo ha detto...

Ognuno credo abbia la propria versione "personale" di pesto...io lo faccio col mixer (i puristi inorridiranno! Lo so, mea culpa.....)perchè lo amo bello cremoso e ci metto una vagonata di formaggio grana.....l'aglio no, non ce lo metto, non lo sopportiamo!
Che squisito il tuo risotto, me lo segno!
baci e buon lunedì

Amaradolcezza ha detto...

anche io il pesto preferisco farlo con poco olio e aggiungere il resto a "crudo" mi sembra che il sapore sia più fresco..
veramente invitante questo risottino!
bacio e buona settimana!

Cenerentola ha detto...

veramente invitante!!!!!!!!!e un pò più light del classico indubbiamente!!

Chiara.u ha detto...

è incredibile come si possa godere così tanto di cose così semplici come un riso in bianco (anche se di jamie oliver) con una cucchiaiata di pesto leggero!! grazie :)

Mirtilla ha detto...

Buongiorno cara! Sinceramente io l'aglio, anche se non sono allergica, lo detesto perchè non lo digerisco e il costo dei pinoli... come darti torto, è veramente elevato! Quindi mi hai conquistata con questo tuo pesto, particolare ma sicuramente delizioso! E quel risottino... mmmh, da provare subito! Un bacione

Wennycara ha detto...

Che bella descrizione, quella della preparazione del risotto. Burro, cipolla che diventa traslucida, chicchi di riso avvolti dal burro... un cammeo, sì. Il tuo pesto è indubbiamente da provare. Ho sempre pensato che le erbe aromatiche surgelate perdessero il 90% del loro perchè, ma se le usi tu...
Un abbraccio,

wenny

sara b ha detto...

mannaggia pure io sono allergica al costo dei pinoli... sarà un'epidemia? :-) senti il tuo pesto non sarà genovese però dev'essere certamente molto buono, pure nel risottino!

Onde99 ha detto...

Grazie a tutte: forse il mio pesto non è canonico, ma vi assicuro che è molto fresco!!!
@ Wenny: no, il basilico, se surgelato appena raccolto e inserito nella preparazione ancora congelato (quindi, nel caso del pesto, frullato appena estratto dal freezer) mantiene il proprio sapore piuttosto bene!

annaferna ha detto...

condivido per l'aglio.
condivido per i pinoli (io uso spesso le mandorle)
condivido per il basilico dei nostri balconi.
condivido per il freezer.
condivido anche il risotto va...se me lo passi gradisco ^________^
bacini

Mau ha detto...

Anch'io mixer, sempre! Però sacri i pinoli, anche perchè mentre li verso nel mixer qualcuno mi cade misteriosamente in bocca, li adoooro! D'accordissimo sulla scarsa quantità di olio! :)

Ambra ha detto...

Questo pesto mi intriga tantissimo!!!!E il riso col pesto ancora di più!!!!Bacio tesoro

MariLuna ha detto...

ottima alternativa diciamo che é un pesto ottimo che sostituisce un'altro pesto ottimo ... insomma Ondina a me i pesti piacciono tutti percio' più c'é ne sono di originali e nuovi é meglio é :)))

Dora ha detto...

Il pesto è una ricetta così piacevole e versatile che sarebbe un peccato non riprodurlo come più ci piace. Anche io spesso lo faccio più granuloso, mi piace sentire bene tutte le componenti sotto i denti.
Ma sai che mi era sfuggita questa idea di Jamie? Jamie addicted forever!

Anonimo ha detto...

Ottima ricetta!Complimenti!
BRAVA!!!!!
Hai provato a spalmarlo sul pane....c'est merveilleux!!!
Buona Giornata!
Bobina

Alex ha detto...

Stemperato con un po' d'acqua di cottura della pasta non ha assolutamente bisogno di tanto olio - e mi sa proprio che te lo copio. E mi piace molto come condimento di risotti e minestre.

Giulia ha detto...

Serena, è interessantissimo il risotto con pesto, e sai, mi piace che usi poco olio, è sempre quello il mio problema, troppo olio nelle salse..
Un bacione!

Cinzia ha detto...

che pesto particolare, mi piace molto!!! Mi incuriosisce molto anche il piatto di risotto, ciao.

eli ha detto...

Il tuo pesto assomiglia molto al mio, anche io ometto l'aglio, non per ragioni di allergia, ma perché non posso ammorbare l'aria mentre lavoro a contatto con il pubblico ahahahah!

Per ammorbidirlo il mio barbatrucco è aggiungere un po' d'acqua di cottura della pasta per diluire la salsina, prima di aggiungerla alla pasta ;)

Ciaoooo!

Luca and Sabrina ha detto...

Ci è piaciuta la nota che sei allergica al costo dei pinoli, effettivamente sono carissimi e ogni volta che mi accingo a comprarli mi chiedo perchè debbano costare così tanto! A noi i pesti piacciono proprio in linea generale, amiamo il pesto alla genovese classico, ma anche la tua versione ci intriga moltissimo e troviamo che quel risotto possa solo essere squisito!
Un baciotto ed è bello quando i segreti vengono svelati
Sabrina&Luca

CarlottaD ha detto...

Dal mio blog vedo un altro post (prevenzione... passaparola) ma quando entro non lo vedo più. Non capisco come mai. Ti lascio il commento qui

UnaZebrApois ha detto...

Sto invecchiando, decisamente i miei neuroni non funzionano più così bene come prima! Ero convintissima di aver commentato questa delizia al basilico, ma poi ritorno per salvarmi con calma questa super ricetta e non mi scorgo tra i commentatori...ahhh la senilità!!!Comunque questo tuo pesto è buonissimo!!!E poi è scrocchiarello come piace a me!!!

Forchettina Irriverente ha detto...

Risotto e pesto parla da sè .. non potevi fare di meglio. Anche io ultimamente preparo il pesto con il mixer. Per farlo nel mortaio occorrerebbe del basilico con foglie piccole e tenerissime, che si schiacciano e diventano una crema subito. Con le fogliolone con cui mi ritrovo io ci impiego diversi minuti, ed il risultato è un bel colore scuro da eccessiva ossidazione. Con il mixer invece è tutto risolto : breve tempo e colore verde brillante !!! Perfetto !!! Manu

Neapolitan Cook ha detto...

sicuramente da provare
salvato tra le prossime preparazioni da realizzare

quel risotto mi ricorda il risotto del mio esser bambino