13 mag 2011

Socca Niçoise

Socca Niçoise

"La socca, a Nizza, è una grande crêpe di farina di ceci cotta in uno stampo di rame smaltato, in un forno a legna. Piatto comune, in varie versioni, a tutto il mediterraneo, è divenuta una specialità nizzarda molto apprezzata sia dagli abitanti del posto, sia dai turisti.
In origine era un piatto povero, casalingo, riservato alla pausa pranzo degli operai, poi venduto dagli ambulanti, la socca è adesso un prodotto di nicchia e piatto di punta di alcuni ristoranti.
Veniva preparata nei forni a legna e, anche se al giorno d'oggi si utilizza il forno elettrico, si continua a cuocere in pesanti stampi di rame stagnato.
Lo spettacolo della cottura, della sfornata di questi enormi teglie, del virtuosismo con cui viene porzionata e servita è imperdibile."

In effetti, la Socca nizzarda è molto simile alla cecina ligure, alla farinata lunigiana e qualcosa del genere ve l'avevo già proposto, ma stavolta mi è piaciuta molto di più, forse perché l'ho trovata nella sezione francese di un bel libro regalatomi dalla Miky, che contiene ricette da tutto il mondo,  forse perché il cumino l'ha resa più interessante, forse perché avevo letto questa suggestiva introduzione, che mi ha fatto pensare alla Costa Azzurra e alla Promenade des Anglais, che magari non è nemmeno la zona che preferisco, ma sempre Francia è e ormai sono due anni che non sento parlare francese e ne ho proprio tanta nostalgia.

Ingredienti:
Procedimento:
In una ciotola mescolate la farina, il cumino, una presa di sale e i semi di zucca.
In un'altro recipiente emulsionate l'acqua con l'olio, quindi unite le polveri mescolando continuamente con una frusta, finché non otterrete una pastella fluida e priva di grumi.
Lasciate riposare per almeno due ore, quindi ungete abbondantemente uno stampo di 20x30 cm e versatevi il composto. Scaldate il firno a 200° e cuocetevi la socca per circa mezz'ora o finché non sarà croccante.
Condite con sale, pepe e un altro filo d'olio, quindi servitela ben calda in accompagnamento a formaggi e salumi

13 commenti:

arabafelice ha detto...

Come mi piacciono queste cosine...

Federica ha detto...

Sono innamorata della farinata, devo provarla anche così. Che bella quella versione finger food ^__^ Un bacione, buon we

Edith Pilaff ha detto...

Buona! In effetti la presenza del comino in una ricetta nizzarda e' alquanto intrigante...
J'adore.
Un bacione

lucy ha detto...

noo....e io che amo andare in costa azzurra mi sono persa questo!!!!mea culpa!!grazie di averla postata

Claudia ha detto...

Non la conoscevo proprio questa ricetta, ma la trovo semplicemente fantastica! Una ricetta sfiziosa e gustosa...e presentata così è perfetta per un buffet!

alex di 'food 4 thought' ha detto...

Io ho casa sopra a Bordighera e la Socca la fanno anche lì, chiamandola proprio così. Bella la versione finger food - ho giusto un dinner party coming up ... ho persino gli stessi stecchini ... mi sa che mi hai ispirata. Magari ci metto i semi di sesamo per fare un incontro socca-humus.

Dora ha detto...

Sai che la farina di cecei l'ho sempre solo usata per le frittelle indiane? Vai a capire perchè!! Forse è dovuto al fatto che qui al sud è una farina che non viene per nulla usata (a parte le panelle siciliane). Almeno in Campania, quindi mi manca del tutto la tradizione della farinata. Potrei iniziare dalla cugina nizzarda!

Mary ha detto...

non conosco questa ricetta della farinata e quindi non l'ho mai assaggiata ...ma da quello che vedo sembra cosi appetitosa!

eli ha detto...

Mmmmm interessante con il cumino!
Una domanda...cumino o Kummel?

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Onde! la farinata cio piace molto e in alcune occasioni l'abbiamo volita arricchire, ma non abbiamo mai provato con cumino e semi di zucca. Il procedimento è quello a cui noi già ci affidiamo.
La proveremo così alla prossima!
baci baci

Romy ha detto...

Buonaaaa! Da Marie, che la vende per strada al mercato ( l'hai mai vista, Marie? E' famosa a Nizza, per la sua "socca" buonissima e per il suo aspetto da..ballerina di flamenco in pensione! ) ne ho fatte vere scorpacciate! Ottima ricetta

UnaZebrApois ha detto...

La adoro, così a prima vista...saranno i semi di zucca, sarà il sapore dei ceci, sarà che sei tu...io l'adoro, semplicemente!

Passiflora ha detto...

gnam gnam, niente male.. non sapevo dell'esistenza di questa cosa, effettivamente mi ricorda la farinata... però il cumino.. che profumo!