3 giu 2011

Fiore Tirolese

Fiore Tirolese

Come avrete notato anche dall'ultimo post, mi sto esercitando per le vacanze, quindi, incuranti del caldo, stiamo trangugiando una fitta serie di specialità austroungariche, roba da far venire una trombosi.
Del resto, questo post si autopubblicherà, perché mentre mi leggerete, io sarò sull'Appennino Modenese(sempre a fare le prove generali per le ferie estive), dove ci saranno circa 15° in meno che a Firenze, a godermi il primo meritato ponte dell'anno.
Sinceramente non ne posso più, per tanti di quei motivi che non ve li potete nemmeno immaginare e sono contenta di tirare un po' il fiato.
Dicevamo del pane: un motivo per cui non vedo l'ora di partire per il Tirolo, guarda un po', è il cibo e, in particolare, il pane; qui a Firenze non abbiamo una grandissima tradizione in fatto di prodotti da forno, anche se il nostro pane sciocco e la nostra schiacciata sono, secondo me, i più buoni del mondo, ma, a fare da contraltare all'ottima qualità, la varietà non è molta.
Le panetterie altoatesine, invece, propongono un assortimento invidiabile, ho un ricordo bellissimo, probabilmente un po' amplificato rispetto alla realtà, come spesso accade con i ricordi, di pani tempestati di semini di ogni tipo, o maculati di frutta secca, bruniti dall'uso di farine integrali di cereali diversi. Tra questi, penso, il più classico è il Fiore, che, come dice la parola stessa, è fatto da piccoli panini cosparsi di semi oleosi, disposti a formare un fiore, ma viene venduto anche nel formato più classico, a cassetta, ed è così che, per comodità, l'ho preparato io, anche se spero proprio di avere presto il tempo di riproporlo in forma di fiore, perché oltre che buonissimo sia anche bello.
Tra le farine usate, la farina per pizza Molini Rosignoli, ottima per le brevi lievitazioni, grazie al buon livello proteico e di capacità di assorbimento dell'acqua. Sulla scheda vedrete che è consigliata per gli impasti a mattonella, ma mi sono trovata molto bene anche usandola per la panificazione.

Ingredienti:
Procedimento (per macchina del pane):
Mettere tutti gli ingredienti nel cestello nell'ordine indicato dalle istruzioni. Programma rapid, crosta media.
Al beep aggiungere:

25 commenti:

Milen@ ha detto...

Buon relax e a presto :D

Ely ha detto...

innanzitutto buon riposo....
e poi questo pane ricco e saporito è davvero delizioso! ciao Ely

Federica ha detto...

Hai tutta la mia approvazione per la meta vacanze e per questo pane rustico e saporito. Amo tutti quei semini. Bacioni tesoro, buon relax e buon divertimento

Selina ha detto...

Che bell'idea!!! Complimenti!!! :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Tesoro spero che sia un w.e. sereno in pieno realx ed allegria,noi ci prendiamo nelo frattempo una fettona di questo splendido pane!!Baci,Imma

Saretta ha detto...

Il pane del nord Europa è una cosa che fa andare anche me fuori di testa, spesso è l'unica cosa veramente buona d certe cucine!
Il tuo è favoloso.Buon riposo!bacione

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Onde! sai che abbiamo un debole per questi pani più rustici e ricchi di semini! ti è riuscito davvero molto bene!!
baci baci

raffy ha detto...

stupendoooooooooooo!!! adoro i pani rustici, complimenti tesorone!
buone vacanze e rilassati...

Silvia & Olivia ha detto...

Uh che visione, ti è venuto benissimo!!

sulemaniche ha detto...

incredibilmente buono e energico questo pane...brava!

Barbara ha detto...

Buon ponte e grazie per questa ricetta: te la copierò quanto prima!

Marjlou ha detto...

un pane superlativo! complimenti!

Claudia ha detto...

Ma che buono dev'essere questo filoncino pieno di semini! Non so cosa darei per averne una fetta...Buon riposo mia cara! A presto!

lucy ha detto...

sono un'amante del sole per cui il sole pensiero di un posto freddo mi fa star male.mangiandone una fettine ti auguro un buon riposo!

sara b ha detto...

adooooro questi pani semosissimi, e amo pure le basse temperature quindi... inviiiidia per le tue vacanze montanare, e pure per le prove generali ;-) bacioni!

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Si un po' di pausa..non fa male.
Questa ricetta di pane tirolese é adatta al clima autunnale di queste parti australi...;).

cuoca gaia ha detto...

per la serie "l'erba del vicino è sempre più verde", io mi esalto appena entro in una panetteria non altoatesina :) non amo il pane nero e il pane integrale, quindi del pane locale mi piacciono solo i laugen (fatti con l'impasto dei bretzel per intendersi). appena vado in veneto entro in panetteria e faccio strage ihih. un bacio

Simo ha detto...

Guarda, prova pure che il risultato è una favola!
Che buon pane...rustico e pieno di semini come piace a me!
Buona vacanza, rilassati cara e ossigenati, baci!

pat & spery ha detto...

Non ricordi affatto male,i panifici altoatesini sono uno spettacolo da vedere(ovviamente irresistibili a qualsiasi tentazione),noi abitando in Veneto,e sopratutto amando la montagna lì ci rigeneriamo e...ingrassiamo!!Ottimo il pane..con dello speck poi!!

Cinzia ha detto...

Ah che bel pane nutriente, con tutti questi semini..

Micaela ha detto...

hai fatto bene a spostarti... noi siamo rimasti bloccati perchè Chri ha febbre e tosse... quindi oggi siamo stati sommersi da aerosol, medicine, farmacie e visite pediatriche...
Che buono dev'essere questo pane... con tutti quei semi ne avrà guadagnato sicuramente in consistenza e sapore.

Gio ha detto...

siamo già in aria di vacanze!
mi stampo la ricetta appena in ufficio, così la provo nella macchina del pane :D
buon we!

Rosita Vargas ha detto...

Un esplendoroso pan se ve muy lindo y exquisito,te felicito,tienes una gran cocina me encantan tus recetas,cariños y abrazos.

Cey ha detto...

Buona montagna =) che sia buona come sembra esserlo questo pane!

Silvia & Olivia ha detto...

Un PS postdatato posso avere sia il pane che la tovaglia??