27 giu 2011

Risotto allo Zafferano con Cioccolato al Sale di Mothya e Pepe Garofanato

Risotto allo Zafferano con Cioccolato al Sale di Cervia e Pepe Garofanato

Tanto per rendermi sempre più simpatica, vi ri-ricordo che la mia Pizza Fritta è tra le ricette finaliste del concorso indetto da Gusta i Tipici Siciliani, La Ricetta più Golosa.
Se volete potete votarla e commentarla (nella classsifica contano anche i commenti) qui

Fine dei titoli di testa, passiamo alla ricetta.
So che, solo leggendo il titolo, qualcuno storcerà il naso e cambierà canale, non posso negare che la mia proposta di oggi sia alquanto bizzarra. E non posso negare nemmeno che questo non è assolutamente un risotto che potrei mangiare ogni giorno. Ma quale piatto lo è?
Un po' in tutti gli ambiti della mia vita, tendo a ricercare il nuovo, l'insolito, anche quando il già conosciuto sarebbe, teoricamente, più rassicurante. Invece, spesso, è proprio la staticità a rendermi ansiosa, come se l'aura mediocritas fosse per me una sorta di pagina bianca in cui possono trovare voce troppe cose ormai sepolte, che, invece, preferisco soffocare sotto il caos delle incertezze presenti.
E, del resto, a volte, si può anche azzardare un passo nel buio, non sempre l'ignoto nasconde unghie e artigli, talvolta può svelare anche piacevoli sorprese.
Lungi da me voler dare un tono filosofico a un risotto al cioccolato, ma, ormai, l'ho fatto.

Ingredienti:
Procedimento:
Un paio d'ore prima di preparare il risotto, scaldate una tazzina di acqua e mettetevi in infusione i pistilli di zafferano.
Tritate grossolanamente al coltello il cioccolato e tenete da parte.
Affettate finemente la cipolla e fatela imbiondire nel burro. Versate il riso e fatelo tostare bene, fino a farlo divenire traslucido. Sfumate con la birra (potete usare anche del prosecco) e fate evaporare. Aggiungete gradualmente il brodo e, a fine cottura, la tazzina d'acqua in cui avevate infuso lo zafferano, ovviamente filtrata attraverso un colino.
Mantecate con i formaggini, scelta, la mia, che forse, potrà apparire strana, ma su foodpairing ho letto che emmenthal e edam sono i prodotti caseari che meglio si abbinano al cioccolato, e i formaggini Inalpi hanno, secondo me, un sapore che ricorda spiccatamente certi formaggi a pasta gialla.
Fate riposare coperto 5 minuti, quindi aggiungete il cioccolato grattugiato e servite, cospargendo abbondantemente ogni porzione con del pepe garofanato.
Vi consiglio vivamente questo particolare tipo di pepe, per il suo deciso sapore speziato, di garofano e cannella (parlo come un libro di Jorge Amado :-/ ), che ben contrasta con quello dolce/salato del cioccolato.

30 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Adoro i tuoi esperimenti Serena mi affascinano smepre tantissimo quindi di cambiar canale nn se ne parla proprio anzi io segno tutto e lo provo vediamo poi mio marito cosa mi commenta ma ormai anche lui si è abituato ad avere una moglie foodblogger temeraria:D!!Bacioni,Imma

Benedetta ha detto...

ciao simpatica! :-) mi piace veramente tanto questa ricetta, davvero elegantissima, mi sono fiondata quando ho visto la foto nel blogroll!poi il cioccolato con il sale, quando fatto bene, è qualcosa di fantastico! un abbraccio e..vado a votarti!

Micaela ha detto...

ti dirò, a me piacciono i piatti un pò bizzarri, certo ogni giorno no però ogni tanto mi piace discostarmi dai sapori tradizionali! bellissima anche la presentazione!

Dora ha detto...

Approvo: spesso la routine appiattisce e annoia. Ne sono convinta. Però vedi quant'è più semplice in cucina invertire questa tendenza? Sono curiosissima di quest'abbinamento. E, a naso, sento già che funziona!

Kitty's Kitchen ha detto...

Ciao Sere, ammetto che la ricetta è particolarissima.
Ma le tue spoerimentazioni mi rapiscono totalmente e mi fanno venire voglia di provare altrettanto (routine che barba!).
Adoro quel piattino a forma di cuoreeee!
Buona settimana

lucy ha detto...

come sempre i tuoi esperimenti mi piacciono e mi conquistano

Federica ha detto...

Mi piace sperimentare con il cioccolato nel salato e questo che hai usato mi incuriosisce moltissimo. Altro ches torcere il naso, lo proverei oggi stesso :) Baci, buona settimana

Carolina ha detto...

Io ti ho votatissima! Quella pizzetta fritta sarà una delle poche cose gastronomiche che mi riporterò volentieri a casa da qui... :D

Ma sai che sei proprio brava a creare? No davvero, hai fiuto. Riesci a fare accostamenti che a me non passerebbero neanche per l'anticamera del cervello. Poi li vedo su "L'omin di Panpepato" e mi rapiscono totalmente.
Vogliamo parlare di quel bel piatto?
Un abbraccio e buona settimana.

alex di 'food 4 thought' ha detto...

Bella la ricetta, anche se forse aspetterò la fine dell'estate per provarla - il risotto per me ha connotazioni che mal si sposano con la calura estiva. Ma grazie soprattutto per avermi aiutato a scoprire Food Paring, sito interessantissimo e stimolante. Ciao - a presto.

Edda ha detto...

Questo risotto è già una festa a sè! Buon inizio settimana

Cey ha detto...

Ok è un abbinamento strano però fa venire voglia di provarlo *_* e il piatto *_* lo voglio *_*

Simo ha detto...

Ammiro il tuo coraggio nello sperimentare (che poi tutto ti viene sempre alla grande!)io ho paura sono pasticciona e vado sul classico...
Complimenti, che bello che è!
(P.S: io ti voto sempre nèee...!!)

Romy ha detto...

Cavoli che sciccheria! Da svenimento...

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti, scusate se sono stata poco presente nei giorni scorsi, cerco di rimediare nel pomeriggio!

Acquolina ha detto...

mi piacciono i sapori nuovi, anche se sono "rischiosi", altrimenti che gusto c'è, in cucina? sei sempre originale!

raffy ha detto...

che connubio perfetto tesoro, è proprio da provare... complimenti!

elenuccia ha detto...

Anche io adoro i tuoi esperimenti Serena...in fondo il bello della cucina e' proprio "rischiare", sperimentare...e gdersi il successo :D

Angela ha detto...

Conquistata dai tuoi esperimenti ^_^

Kiara ha detto...

Adoro imparare cose nuove e qui ho scoperto due ingredienti di cui ignoravo l'esistenza! Grazie cara! ;-)

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Onde! ma che strano questo risotto! un sapore apprezzato da palati raffinati ed alla ricerca di gusti nuovi ed insoliti!!
davvero complimenti!
un bacione

Ely ha detto...

a me piacciono queste sperimentazioni così diverse e originali e approvo al 100% :-) è assolutamente da provare! un bacione e ora vado a votare quelle pizze erano una favolaaaaaaaaaa!

Mau ha detto...

Mi affascina, ma onestamente non so se riuscirei a farlo! Ma il tuo piatto??? Parliamone, è stupendo!!! Hai cose meravigliose cara! :)

Gio ha detto...

hai reso questo semplice risotto una vera prelibatezza!

monica ha detto...

complimenti per la finale Serena. ti invito se puoi al mio contest! A presto mony

Patrizia ha detto...

Altro che cambiar canale! davvero interessanti gli abbinamenti! Da provare!

Elena ha detto...

Nessun abbinamento, per quanto insolito possa essere mi spaventa, se poi la ricetta viene da qui mi fido ad occhi chiusi. Ciao!

Claudia ha detto...

No ecco, io non cipenso nemmeno a storcere il naso perchè quando leggo questi titoli delle tue ricette mi incuriosisco così tanto che poi corro a leggere la ricetta tutto d'un fiato...e ogni volta riesci sempre a stuzzicare la mia gola...questo risotto dev'essere davvero gustoso, presentato così poi...beh, è un vero bijoux!

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Io adoro i tuoi piatti più bizzarri e, conoscendo come cucini, sono certa che assaggiandoli ne rimarrei profondamente soddisfatta! Poi, permettimi di dirlo, beh non è da tutti fare della filosofia attorno ad un risotto, ma tu ci sei riuscita egregiamente :)
Un abbraccio stella :*

viola ha detto...

cara Serena, sei veramente avantissimo! Io questo risotto lo assaggerei eccome...
e chissà, magari potrei anche azzardarmi a farlo. Il pepe garofanato l'ho cercato per anni e da poco sono finalmente riuscita a trovarlo...
Che sia un segno? :D
Ricetta molto intrigante...
Un bacione

Sorriso ha detto...

fortissima questa ricetta! mi piace un sacco!!
un Sorriso...