24 giu 2011

Panna Cotta ai Porcini con Miele al Tartufo

Panna Cotta ai Porcini con Miele al Tartufo

Chiudo la settimana con il frutto di un esperimento davvero carino che ho proposto per pranzo sabato scorso: avevamo fatto un po' tardi la sera prima, come al solito al giardino dei cani. Questo per dire che non dovete immaginarvi una me in Manolo Blanhik e unghie smaltate di Rouge Noir, pensate piuttosto a una sciagurata, vestita come se fosse scappata di casa, infangata per aver recitato ininterrottamente per tre ore il ruolo della "principessa contesa" nella commedia-tragedia "L'ora dei bacetti", inscenata da 3 cani (due dei quali di ragguardevoli dimensioni) contemporaneamente.
Quando la sera faccio tardi, non riesco ugualmente a dormire molto al mattino, mi sveglio comunque verso le 7.00, ma, per la stanchezza, fino verso le 10.00 ho lo stomaco chiuso, quindi faccio colazione a metà mattina. Perciò il pranzo dev'essere leggero. Cioè, non è che deve, ma preferiamo. Anche perché per Topy non è un pranzo, è proprio la colazione.
Comunque, visto che tanto ero sveglia, avevo tutto il tempo di tentare la fortuna e scoprire se la panna cotta salata si fa come quella dolce. A rigore sì, era abbastanza ovvio, quello che fa la differenza è il topping. Però avevo ugualmente il dubbio, perché, in realtà, la panna cotta non l'ho mai fatta in nessun modo. Adesso che ho scoperto che è semplice (cioè, diciamocela tutta, è veramente una ricetta  for dummies), credo che la farò spessissimo in entrambe le versioni.
Per questa ho usato la versione della Grancucina ai funghi, che vi avevo già proposto nell'impasto della torta di rose, un preparato che ho molto apprezzato perché il sapore, a differenza di molti prodotti aromatizzati, non ha niente di sintetico, ma è quello vero dei porcini, e già da sola fa la ricetta.

Ingredienti:

Procedimento:
Ammollate i fogli di gelatina in acqua. Nel frattempo grattugiate abbondante parmigiano e scaldate la panna. Quando sarà giunta quasi ad ebollizione, strizzate la gelatina e, fuori dal fuoco, aggiungetevela. Mescolate bene per farla sciocgliere, quindi condite con il parmigiano e il sale al tartufo.
Versate in verrines o cocottes e lasciate raffreddare. Quando saranno a temperatura ambiente, coprite con la pellicola e mettete in frigo per almeno 3 ore, per far rapprendere il composto.
Al momento di servire, colate sulla superficie un filo di miele al tartufo.

Abbiamo accompagnato le verrines con un'insalatina verde, con scamorza e semi di girasole, condita con una vinaigrette realizzata con due cucchiai di olio evo Frasca Sapori, un cucchiaio di Balmì Toschi e una presa di Sale Blu di Persia

Vi ricordo che la mia Pizza Fritta è tra le ricette finaliste del concorso indetto da Gusta i Tipici Siciliani, La Ricetta più Golosa.
Se volete potete votarla e commentarla (nella classifica contano anche i commenti) qui

27 commenti:

Federica ha detto...

Sembra un quadro d'autore. Très chic davvero. Bacioni, buon we

raffy ha detto...

Tesoro ma che ricetta fantastica,prima di tutto perchè è bellissima da vedere, poi perchè sono sicura che è deliziosa! segno segno...

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Una panna cotta molto particolare Serena e la presntazione e degna di una rivista culinaria...sei sempre bravissima e che te lo dico a fare:D!!Bacioni,Imma

arabafelice ha detto...

A parte il fatto che la foto è stupenda, ipnotica, qui è la ricetta che mi fa saltare!!! copio, copio, copio ;-)

kristel ha detto...

Bellissima la foto. Una ricetta di buon gusto e davvero très chic, anche per un pranzo veloce. Buon week-end!! :)

Silvia & Olivia ha detto...

La foto è super invitante, da allungare la mano prendere un pezzetto di formaggio e pucciarlo nel miele! Particolare la rivisitazione, ciao Silvia.

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! li vizi proprio i tuoi ospiti! una panna cotta molto elegante e raffinata, dal profumo di bosco!
baci baci

Carolina ha detto...

Buongiorno Sere!
La panna cotta salata è un piatto che mi manca proprio. Non l'ho mai assaggiata e neanche cucinata, ma credo che ne valga veramente la pena. La tua ricetta è ovviamente raffinatissima, ma cosa non lo è da queste parti?
Ti auguro un bellissimo fine settimana!

monica ha detto...

Brava Serena, mi piace molto la presentazione fai sempre cose particolari. buona giornata.

ELel ha detto...

Ecco, la panna cotta salata è una cosa che non solo non ho mai preparato, ma non ho nemmeno mai assaggiato! Potrebbe essere un'ottima idea per un pranzo estivo :)

Vevi ha detto...

EEEh ma questa è alta cucina!!:)) troppo troppo da provare!La aggiungo nella lista, visto che ancora non ho mai fatto nemmeno la panna cotta!!:))

Cey ha detto...

La pannacotta dolce non mi piace per nulla ma quella salata l'apprezzo tantissimo =) comunque adesso ti immagino con tacco 25 a darti bacetti con i cani =D

In cucina ha detto...

mi piace da morire che il dolce diventi salato!!

Romy ha detto...

Non si può dire che non sia una ricetta originale da presentare! Deve essere davvero buona, e credo faccia un figurone , in una cena gourmet come in una scampagnata tra amici...bravissima!

Tanika ha detto...

questa non l'avevo mai sentita ma solo a guardare quel piatto che è un'opera d'arte non ho dubbi nemmeno sul gusto! complimenti!

Simo ha detto...

Te l'ho mai detto che sei geniale?
In una parola: strepitoso.
E come mi hai incuriositoooo...mi hai fatto venir voglia di provare....

sulemaniche ha detto...

come al solito un successone, brava, mi piace da matti con il miele

Elena ha detto...

Ecco, lo sapevo che avrei dovuto comprare quel vasetto di miele al tartufo che ho visto l'altro giorno! Mi tocca ritornare al negozio e so già che non ne uscirò solo con il miele!

Claudia ha detto...

No...che forte la panna cotta salata! Mai fatta...chissà che buona...sopratutto ai funghi e con questo topping!!! SPlenida ricetta mia cara!

Cinzia ha detto...

Panna e funghi...da delirio!! .-)

Milen@ ha detto...

Mai fatta quella salata, ma visti i tuoi risultati, devo rimediare ....
La foto è incantevole :D

viola ha detto...

ma che idea interessante Serena, a dire il vero nemmeno io ho grande esperienza con la panna cotta, ma l'idea di una versione salta la trovo molto intrigante. Secondo me è molto molto versatile. La proverò.
Un bacio e buon w.e

Micaela ha detto...

ottimo questo pranzo, leggero e gustoso! ci sono giorni che mangerei piatti così anche se non mi sveglio tardi.

elenuccia ha detto...

A dire il vero anche io non ho mai fatto la panna cotta in versione salata...adesso che so che viene commestibile mi posso lanciare :)

lucy ha detto...

finalmente riesco a commentare da te!sembrava un parto.ricetta molto interessante con sapori che adoro tutti.

Le ricette dell'Amore Vero ha detto...

complimenti per la tua delizia!!! davvero ben fatta! un bacione! :)

Gio ha detto...

deve essere superlativa! mi piacciono queste ricette, come quella crema cioccolato e castagne :P