19 set 2011

Gazpacho Pigro al Doppio Pomodoro e Peperoni Agrodolci con Riso Semi Integrale

Gazpacho Pigro con Riso Semi Integrale

Questa ricetta è nata per caso, per smaltire, prima di partire per le vacanze, alcune confezioni aperte e per svecchiare un po' la mia cucina estiva, spesso ripetitiva. Il caldo mi affossa la voglia di andare al supermercato e il cervello entra in una sorta di quiescenza.
Contrariamente a quello che accade a molti, le verdure e la frutta estiva non mi offrono grande ispirazione e finisco sempre per dadolarle velocemente, aggiungendo un po' di pasta o riso o legumi alle prime e zucchero alle seconde.
Le estati scorse, c'è da dire, sono stata decisamente più creativa, ma quest'anno, prima delle ferie, mi sentivo così stanca che pensare a cosa fare da cena e, contemporaneamente, sbrigare le faccende e le mille commissioni che regolarmente si accumulano prima della partenza (ma non mi ero organizzata in maniera da far quadrare tutto senza sforzi? Mi sembrava di sì...) era uno sforzo di coordinazione troppo grande.
Sono arrivata alla fine di Luglio che ancora non avevo fatto una zuppa fredda: eppure, mi piacciono tanto...
Ho rimediato in fretta, con una ricetta inventata, incastrata tra una lavatrice e una corsa in farmacia, cotta mentre vuotavo la lavastoviglie, e cercavo di non pensare alla polvere che ero troppo pigra per togliere dai mobili.
Questo gazpacho, effettivamente, va a far parte del mio archivio mentale "la cucina per negati", che, però ho deciso di etichettare "la cucina per chi ha cose più urgenti da fare", tanto per darmi un tono: utilizza tutti prodotti pronti, si prepara in 10 minuti e sporca pochissimo, ma dà grandi soddisfazioni. Topy, che non aveva assistito al processo di svuotamento dei barattoli direttamente nel mixer, continuava a ripetere "ma quanto sarai brava, riesci pure a farmi piacere i peperoni"
E vaglielo a dire che si trattava di una mostarda agrodolce, oltretutto consigliata, oltre che per la carne e i formaggi, per guarnire il gelato fiordilatte... non so, io non ho osato tanto, ho preferito mantenermi sul tradizionale e usarla per un piatto salato, in cui faceva la sua bella figura, per il gusto agrodolce e il profumo vagamente orientaleggiante... ma se siete più coraggiosi di me provatela su un dessert e fatemi sapere... del resto, tra gli ingredienti c'è anche la vaniglia...

Ingredienti:
Procedimento:
Cuocete il riso in pentola a pressione per 7 minuti, coperto d'acqua a filo e con poco sale (il riso semi integrale è già piuttosto salato). Lasciatelo nella pentola a coperchio chiuso e senza aprire la valvola finché il vapore non sarà completamente sfiatato. A quel punto dovrebbe essere del tutto cotto e aver assorbito tutta l'acqua. Sgranatelo con una forchetta e lasciatelo riposare, sempre coperto.
Nel frattempo frullate tutti gli altri ingredienti, aggiungete l'acqua necessaria per ottenere un composto abbastanza fluido (a mio parere occorrono 1 tazza/1 tazza e mezza), aggiustate di sale e suddividetelo in 4 fondine.
Servite ghiacciato, aggiungendo un paio di mestoli di riso per ogni porzione e lasciate che ciascuno lo mescoli a piacere con la zuppa.

23 commenti:

Federica ha detto...

Quest’estate anche il mio cervello è andato in stand by, credo di non esser mai stata tanto pigra come quest’anno. E ancora mi passa...Non ho mai fatto il gazpacho e ti dirò che con l’aggiunta del riso mi ispira molto di più che da solo. Un bacio, buona settimana

Simo ha detto...

moooolto originale come insieme di sapori...
Il mio cervello sta andando a farsi un giretto in questi giorni...io sento l'arrivo dell'autunno come non mai!
Un abbraccio.
Ti devo scrivere da una vita...

sorbyy ha detto...

La pigrizia ha dato buoni frutti.
Un piattino estivo ottimo.
Ciao

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Come sempre tesoro sai stupirmi con i tuoi gustosissimi abbinamenti e sai tesò è solo da qualche giorno che il mio cervello a ripreso a funzionare in tema cucina...ero di un apatiaaaaaaaa!!bacioni,Imma
P.S.Ho indetto un nuovo bellissimo contest e ci terrei tantissimo se tu partecipassi mi raccomando ti aspetto e per tutti i dettagli passa dal mio blog!!

Cey ha detto...

Perchè tu anche quando sei pigra crei meraviglie? mentre io al massimo riesco a rotolare fino alla focacceria? =D

Lefrancbuveur ha detto...

Originale col riso!
Un saluto.

Enrico

Ribes e Cannella ha detto...

un altro motivo per cui mi piace venire qui è che trovo la realtà, la realtà di una giornata frenetica in cui si cerca di fare qualcosa di buono con ciò che si ha in casa, anche con cose già pronte.
Bella ricetta, davvero.
a presto, un abbraccio:)

Carolina ha detto...

Concordo con quanto scrive Ribes e Cannella. Lo penso sempre anche io...
Buona settimana cara Sere!

CONTROTUTTI ha detto...

davvero originale, da provare

Loredana ha detto...

..io al massimo un gelato al posto del pranzo, mi inchino a tanta ingegnosità!!!
L'abbinamento dei sapori è da gourmet!
ciao loredana

Saretta ha detto...

Cara..tu per me sei suerlativa.Come fai a dire che eri azzerta a luglio, che mi hai infilato una ricetta favolosa dietro l'altra?!
beh, davvero bell'assemblaggio.un bacione

Deborah ha detto...

Sei un genio! Magnifica, originale e gustosa, cosa volere di più??' E meno male che è fatta con ricicli!!

giulia ha detto...

Succede lo stesso anche a me, d'estate la creativita' e la voglia di fare scendono al minimo...nonostante tutto hai preparato questa meraviglia!! Gnammm, che goduria!!

Federica ha detto...

Non so di preciso che tipo di risotto avevi in mente ma come formaggio io ci vedrei bene il montasio, fresco o al massimo semistagionato :)

Serena ha detto...

Grazie a tutti :-)
@ Federica: ottimissima idea, grazie!

viola ha detto...

ti dirò che a me l'uso della mostarda sul salato mi ispira molto di più che sul gelato, ma forse perchè non sono una divoratrice di gelato e ora che non fa più molto caldo proprio non lo mangerò più, almeno fino alla prossima estate. Questo gazpacho invece lo mangerei eccome, quest'estate a casa mia è andato alla grande! Una versione nuova fa sempre piacere provarla... Un bacione

Claudia ha detto...

Sere sei semplicemnte incredibile! Anche quando crei delle ricette improvvisate o "per caso" riesci sempre a renderle così particolari e intriganti! QUesta non è altro che l'ennesimo esempio...gustosissima!!!!

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Il caldo toglie ogni forza anche a me e queste ricette fanno sempre comodo! Ma finalmente da oggi, almeno qui a Bologna, abbiamo delle temperature moooolto più fresche e la voglia di cucinare si accende nuovamente per fortuna :) Ti abbraccio

sississima ha detto...

Gustosissima questa ricetta! CIAO SILVIA

elenuccia ha detto...

anche io ho sempre tantissime "cose urgentissime da fare" :D
e infatti non riesco più a trovare il tempo per cucinare per benino...queste ricettine fanno proprio per me!

eli ha detto...

La cucina per chi ha cose più urgenti da fare avrà molto seguito, io mi iscrivo subito! :)))))

Gio ha detto...

gazpacho pigro eh eh eh il titolo mi è piaciuto subito, come la ricetta veloce :D

Le Temps des Cerises ha detto...

alla faccia della pigrizia!! favolosa questa idea, davvero favolosa
Camy