04 mag 2012

Torta di Vitalbe con Tofu ed Erbe Profumate

011

Beh, io ci ho provato. A imbastire un setting che ricordasse quello di un picnic, voglio dire.
Tovaglietta scozzese, stoviglie da asporto, una farcitura che doveva chiamare la primavera e le esplosioni di vitalità che questa stagione dovrebbe portare: germogli di erbe selvatiche, striscioline multicolori di aromi cimati dai vasi sul terrazzo, tofu per dare una nota di freschezza. 
Fa niente se lo abbiamo mangiato accoccolati sul divano, sotto la copertina, nel 1° Maggio più piovoso che la storia ricordi?
In ogni caso, questa è la stagione delle vitalbe: te ne ho parlato diffusamente qui e so che ogni anno, di questi tempi, te le ripropongo e cito quel post, ma, credimi, mi sento più tranquilla all'idea di ricordarti ogni volta quali sono le accortezze da usare nel raccoglierle e cucinarle: non mi piace l'idea che tu possa utilizzarle indebitamente e non gustarle appieno e ancora meno mi piace l'idea di saperti ricoverata per intossicazione, quindi, per favore, se deciderai di andare per campi e procurarti un po' di ottima verdura, benefica e a basso costo, per piacere, segui i miei consigli. 
La torta che ho preparato è leggera, leggera e molto piacevole, se non fosse per l'uovo della farcitura la si potrebbe quasi definire a impatto zero. Naturalmente puoi utilizzare una crosta di sfoglia o della panna nel ripieno, per quanto mi riguarda la preferisco in versione light, per illudermi di mangiare, di tanto in tanto, qualcosa di "benefico".

Ingredienti per la crosta:
Ingredienti per la farcia:
Procedimento:
Innanzitutto prepara la crosta frullando tutti gli ingredienti nel mixer, per ottenere un impasto morbido, che stenderai sul fondo e sui laterali di una tortiera da crostata leggermente imburrata. 
Elimina i gambi più duri delle vitalbe e lessale in acqua salata per 10 minuti: io preferisco metterle in acqua fredda e calcolare 10 minuti dall'ebollizione, per essere certa che perdano l'amaro e rimangano ben tenere, ma  molte persone le buttano quando l'acqua raggiunge il bollore.
Scolale e saltale in padella con un filo d'olio per insaporirle. Frullale con l'uovo e la metà del tofu, per ottenere una crema e versala nella cavità della crosta.
Cospargile con il resto del tofu dadolato, le erbe aromatiche, condisci con altro olio e i sali colorati.
Inforna a 180° per circa 20 minuti. 
Puoi gustarla sia tiepida che a temperatura ambiente, io la preferisco leggermente riscaldata.

13 commenti:

raffy ha detto...

è bellissima da vedere, ingredienti interessanti...segno!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Tesoro ci sei riuscita benissimo a ricreare l'atmosfera di un picnic e fa niente per il primo maggio tanto di giornate belle ne avremo tante a seguire quindi questa torta si avrà modo di gustarla anche in futuro....è troppo appetitosa davvero la baratterei con la mia colazione!!!bacioni,imma

Manuela e Silvia ha detto...

L'importante è che l'idea e la passione ce l'hai messa....poi per il pic nic sarà per la prossima volta!
Particolare questa ricetta, anche se ammettiamo di non apprezzare il tofu..ma l'idea ci piace!
bacioni

Federica ha detto...

Già dura ingoiare un 1 maggio con la pioggia ininterrotta e un freddo da autunno pieno quando magari avevi programmato se non un pic nic, almeno una bella passeggiata pomeridiana! E se ci metti il tempo che si rasserena alle 7 di sera, quando la voglia di uscire è andata a farsi benedire, e un 2 maggio con sole e cielo azzurro da far invidia chiusa in ufficio...lasciamo perdere va! Mi piacerebbe un sacco andare per erbette spontanee ma soprattutto conoscerle. Bacioni, buon we

eli ha detto...

Non sono brava con la raccolta delle erbe spontanee, ho sempre paura di raccogliere qualcosa che assomiglia e non è e magari è pure velenoso (mi faccio un sacco di paranoie ihihihih)
La torta è bellissima, peccato per il picnic andato a monte, ma ti rifarai!

Meggy ha detto...

Fa niente, fa niente, pure io l’ho passato bivaccando sul divano!Il set è perfetto, le stoviglie deliziose la torta di erbette squisita, mi piace tantissimo, quest’anno le ho utilizzate spesso anch’io!Un bacione e buon we

Saretta ha detto...

TRovo troppo romantico questo dejuneé sur le divan!
E mi piace questa torta, trovassi io le vitalbe...baciotti e buon we!

Lefrancbuveur ha detto...

Anche se non amo il tofu, mangerei subito questa tua preparazione!

lucy ha detto...

anche io non sono una grande amante del tofu ma sono convinta che bisogna dargli una seconda possibilita'per cui visto che questa torta mi ispira assai non mi resta che provare!

Anonimo ha detto...

Qua diluviava ed io ho divanato per ben tre giorni. Neanche ti immagini quanto mi abbia fatto bene! ;)
Baci,
Caro

Micaela ha detto...

io non sono proprio capace di riconoscere le erbette commestibili, te lo dico sempre, tu sei bravissima a saperlo fare! non immagino neanche il sapore di questa quiche, però conoscendoti sono sicura sarà buonissima!

✿Tina✿ ha detto...

e si l'1 maggio ha fatto scherzetti a tutti noi,ma che cosa e questa torta salata?fa dimenticare anche una brutta giornata piovosa:)

Terry ha detto...

Mi ricordo che le vitalbe le avevo conosciute da te, purtroppo però qui devo ancora trovarle e assaggiarle... Non è che mi mandi una fetta?!;)