30 nov 2015

Spaghetti alle due Acciughe e Pangrattato Aromatico


Ammetto di non avere grandissima fantasia con i primi piatti.
Il problema è che mi piacciono cose molto semplici, in generale, ma più che mai quando si parla di pasta: non amo i gratin pasticciati, filanti, troppo conditi, non so se perché già la pasta in sé mi sembra sostanziosa e quindi nel condimento ricerco prevalentemente un plus per insaporirla, ma non un ulteriore nutrimento… ultimamente sono un po’ schizzinosa, ecco, ricerco profumi e consistenze interessanti, pietanze gradevoli alla vista, mi è partita un po’ questa mania di voler distinguere i vari ingredienti che compongono la ricetta singolarmente, non voglio intrugli in cui i sapori si fondono gli uni con gli altri. 


Rimango sul semplice anche per il vino, sono un po’ stanca di complessità barocche, di profumi compositi, stratificati, che impiegano ore per sprigionarsi dal bicchiere, di sentori terziari… in accordo con la schiettezza dei miei piatti, mi converto, almeno per un po’, a etichette più fedeli alle caratteristiche varietali: un esempio sorprendente è il Grecanico, vitigno antico, vestigia della civiltà classica, della Cantina Settesoli.
Per la sua aromaticità, è stato paragonato al Sauvignon, ma, sicuramente, l’esuberante clima siciliano permette di ottenere con il Grecanico risultati molto più eleganti, caratterizzati da sottili profumi di fiori bianchi e una sfuggente nota di pietra focaia, che accompagna la sapidità del piatto e ne esalta la vena balsamica.



Ingredienti:

Procedimento:
Tosta il pane e tritalo finemente con il parmigiano e le foglie di nepitella.
Scalda l’olio in una padella capiente e prepara un fondo con la pasta d’acciughe, le acciughe, il peperoncino sminuzzato o tagliato a fettine e il concentrato, facendoli sciogliere a fuoco basso.
Cuoci la pasta in base alle istruzioni sulla confezione, prelevando, via via che si forma, l’amido in superficie, e trasferendolo nella pentola con le acciughe. Sbatti bene con una forchetta per emulsionare e creare una sorta di crema molto liquida.
Scola la pasta al dente e termina di cuocerla nel condimento. Quando quest’ultimo si sarà ridotto di circa due terzi, spegni il gas e incorpora il pangrattato aromatico.

Servi immediatamente.

5 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Questo piatto mi ricorda una ricetta siciliana e spesso preparo un piatto simile anch'io è davvero appetitosa!!Bacioni,Imma

speedy70 ha detto...

Molto appetitoso questo piatto, e tanto semplice... quanto mi piace!!!!

Elena Siano ha detto...

Ho provato un poatto si ile in un ristorante a Raito ed era gustosissimo...la semplicita' premia sempre...soprattutto in piatti a base di pesce;-)

lucy ha detto...

amo la semplicità anche io e stravedo per le acciughe!!

voyance gratuitement ha detto...

Il tuo blog è grande, lavoro di alta qualità ... Sono sicuro che molti saranno d'accordo con me, anche se non si prendono il tempo di dirti