19 feb 2010

Un Orange Curd perfetto per Donne Imperfette

Foto 1453

Quella che intendo darvi oggi è la ricetta necessaria per ottenere un orange curd magistrale. Il che non significa che questa ricetta sia perfetta: è la ricetta che circola in rete, tratta, da quello che mi risulta, dal libro sui cakes della Chovankova, ed è buona come tante altre.
E quindi significa che non ribadirò per l'ennesima volta un elenco di ingredienti ed operazioni da compiere per ricavare l'orange curd.
Ho pensato, invece, di prendere spunto dalla mia personale esperienza di donna imperfetta e dagli errori che ho commesso o dagli inconvenienti che mi sono occorsi nel confezionamento di questa deliziosa, burrosissima crema, per raccontarvi come ho rimediato, nella speranza che possa essere utile alle altre donne imperfette che hanno voglia di darsi a questo tipo di preparazione.
Partiamo dagli ingredienti: in teoria, vi occorrono 2 arance non trattate, perché, prima di spremerle, bisogna grattugiarne la buccia. In pratica, grattugiare la buccia degli agrumi freschi è impossibile; è uno di quei segreti che nessuno ti dice mai, ma grattugiando la buccia degli agrumi l'unico risultato che si ottiene è una poltiglia che si impasta con la grattugia e, invece di assaporarne l'aroma nelle pietanze, va tolta con la spazzolina e buttata nel lavello. Il corollario e che per preparare l'orange curd sono sufficienti 2 arance qualsiasi, che vi limiterete a spremere, e un cucchiaino colmo di polvere d'arancia.
2 arance qualsiasi per dire: spremetele, verificate che siano succose, altrimenti aggiungetene un'altra.
Quindi sbattete in un pentolino 3 uova intere con 150 gr di zucchero (non è necessario montarle), aggiungetevi 90 gr di burro a tocchetti, la polvere d'arancia e il succo delle arance. Trasferite il tutto sul gas a fiamma minima e fate cuocere mescolando sempre fino ad addensamento.
Ecco un altro segreto sul quale in genere si preferisce tacere: dato che la cottura, spesso, si prolunga ben oltre i 3 minuti canonici, dovuti alle normali creme a partire dall'ebollizione, c'è un'alta possibilità che l'uovo si stracci e il burro, ormai fuso, si separi. A me è capitato. Ve lo dico perché mi sembra più giusto spiegarvi come rimediare che non farvi credere che io sia perfetta, che l'orange curd mi sia riuscito perfettamente e che se a voi non riesce siete incapaci. Sono un po' stufa, sapete, di leggere ricette che non lasciano margine agli inconvenienti e vi fanno credere che tutto debba svolgersi secondo l'iter stabilito dall'autore, con preventivo oscuramento degli incidenti sicuramente anche a lui avvenuti.
Bene, se l'uovo si dovesse stracciare, non fate come me, che ho passato un quarto d'ora a torcermi le mani, saltate la fase disperazione e passate subito al piano B: frullate tutto il composto con il minipimmer a immersione, fino ad omogeneizzarlo. Otterrete una crema setosa e molto fluida, che in frigorifero si addenserà fino a raggiungere la consistenza della Nutella... direi che, anche se l'uovo non dovesse impazzire, vale la pena di passare l'orange curd comunque al frullatore.
Ultimo step, invasare l'orange curd: inutile fare le corse per imbarattolarlo bollente, nella speranza di sterilizzarlo, i curds conservati in frigo durano un paio di settimane, quindi tanto vale ve la prendiate comoda e lo trasferiate con calma, evitando di ustionarvi le dita. Per lo stesso motivo, superfluo che vi prendiate il disturbo di rovesciare i vasetti per sterilizzare il tappo.
Appena rafffreddato, riponetelo in frigorifero. L'orange curd è perfetto sui frollini della colazione, sul pane tostato, come ripieno o guarnizione dei muffin.
Io, personalmente, siccome sono una donna imperfetta, lo mangio pescandolo con il dito direttamente dal barattolo.

40 commenti:

lise.charmel ha detto...

ma questo post è favoloso, pieno di consigli utili!
io ho una grattugia apposita per gli agrumi e mi ci trovo molto bene, certo che se tu hai una gran quantità di polvere d'arancia fai bene a usarla. ottima idea quella di passarla al minipimer, io non ci avrei mai pensato. ora sì che finalmente posso provare a fare un curd

lenny ha detto...

A proposito di imperfezioni e fallimenti frustranti, il mio elenco è interminabile (soprattutto quello delle ultime due settimane!!!!) ...
Per la buccia grattugiata ho scoperto che gli agrumi devono essere freschissimi e soprattutto la scorza ben lavata deve essere perfettamente asciutta.
Per evitare che le uova si straccino un utile accorgimento potrebbe essere quello di cuocere la crema a bagnomaria: non trovi?
Mi piace l'idea della polvere di arancia, perché non sempre di hanno a disposizione agrumi bio :))

elenuccia ha detto...

Fantastico!!! ogni tuo post è una scoperta nuova. Non mi sono mai cimentata nel curd ma visto che dopo aver letto il tuo post sto cominciando a farmi la scorta della polvere d'arancia voglio provare...non sembra difficile. Sai che l'ho usata anche per aromattizare delle ciambelline soffici? una meraviglia! un profumo e un aroma fantastici. Grazie grazie grazie e un bacione :)

Onde99 ha detto...

Grazie a tutte!
@ Lenni: hai ragione, sicuramente con agrumi freschissimi e dalla buaccia soda l'operazione grattugia sarebbe più semplice. Il mio problema è che, abitando in città, dei prodotti bio faccio scorta quando capito a un farmer's market o in campagna, quindi quelli utilizzati alla fine non sono più tanto freschi... Per il bagnomaria, ci proverò, il fatto è che io e il bagnomaria non abbiamo un buon rapporto, da quando ho fatto finire l'acqua bollente nel cioccolato fuso, rovinandolo irrimediabilmente

Wennycara ha detto...

Buongiorno cara Onde :)
L'aspettavo questo post, sai? Dacchè ho visto la tua foto su flickr non ho potuto non farlo... E' bellissima, e trovo che comunichi una leggerezza di spirito e una dolcezza infinite; il curd sul biscotto è così morbido e "grasso" da voler allungare il dito per assaggiarlo (quindi capisco perfettamente le tue modalità di consumazione :)).
Brava dunque, ma sopratutto grazie, grazie davvero per quanto hai scritto: sai bene come la penso al riguardo...
Ti abbraccio, buona giornata,

wenny

Onde99 ha detto...

@ Wenny: le tue parole riescono sempre a commuovermi, sai. Grazie a te

Barbara ha detto...

Non ho mai provato il lemon curd, ma viste le tante dritte e dettagliatissime spiegazioni... sono pronta a preparare il tuo organge curd!

ELel ha detto...

Ahahaha!! Mi piaci donna imperfetta, forse perchè io sono anche super pasticciona oltre che imperfetta!!! E a proposito di ricette che non vengono perfette, ti va di partecipare alla mia raccolta?

Simo ha detto...

Cara Onde, nessuno è perfetto, credimi...io non ho mai fatto l'orange curd, solo il lemon, e quindi proverò...
Io utilizzo il bimby per prepararlo, che davvero una grossa mano te la dà, ma sono una pasticciona di natura, e spesso mi trovo ad incappare in disastrini di vario tipo!
Il risultato però che hai ottenuto è da dieci e lode!
Un abbraccio e buon fine settimana

Fra ha detto...

Fantastico questo post! Il trucchetto del minipimer l'avevo consigliato anche io nel post della crema pasticcera, una vera genialata. Grazie per l'idea della polvere d'arancia, questa tua ricetta mi sembra davvero perfetta, la proverò sicuramente ;)
Un bacione e buona giornata
fra
PS compliementi per la collaborazione con Bene Insieme

Gloria ha detto...

Mi piace questo post, divertente e utile! Sai che non ho mai fatto ne assaggiato un curd?! Però mi sembra davvero invitante...

La cuoca Pasticciona ha detto...

Sere io ti copio ti copio e ti ricopio... dovevo trovare una ricettina gilosa che mi piacese e di sicuro opterò per questa mi inspira un sacco... bacetto chiedo quando può durare chiusa dentro ad un vasetto?

Romy ha detto...

Se questa è imperfezione...vogliamo tutte essere imperfette! bel colpo, Onde! baci :-)

Vale ha detto...

trovo che questo tuo post sia stupendo! hai ragione, certe volte si danno le cose per scontate, come se ogni passaggio dovesse riuscire sempre perfettamente... e invece tutti abbiamo fallito in cucina, credo succeda persino agli chef, e tutti ci siamo dati da fare per trovare una soluzione alla seconda riprova, che in questi casi io chiamo "la bella"... la tua idea di guardare alla ricetta da questo punto di vista mi piace tantissimo! un bacio
Vale

manu ha detto...

i tuoi post sono sempre una fonte di consigli!!!ti abbraccio forte buon w.e.

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti!
@ La cuoca Pasticciona: mi pareva di averlo scritto nel post, forse non si capisce bene, provvedo a metterlo in evidenza. Comunque, dura un paio di settimane!

eli ha detto...

Vuoi il trucco per grattugiare la scorza degli agrumi?
E' quello di Mammazan, che ha un bellissimo blog di dolci.

http://atavolaconmammazan.blogspot.com/

Il trucco consiste nell'applicare un foglietto di carta forno sulla grattugia e iniziare a grattugiare, poi si solleva il foglietto con la polpa e si fa scivolare nell'impasto.
Prova e vedrai che hai finito di litigare con la grattugia!

Non avevo mai visto questa preparazione che mi sembra deliziosa...ma siccome anche io sono una pasticciona (credo di essere l'unica persona al mondo che è riuscita a far cadere una frittata non cotta fra il fornello e l'armadietto!) non so se mi cimenterò in questa ricetta :DDDDD

Castagna e Albicocca ha detto...

Adoro le tue descrizioni e il fatto che sei veramente realista e con i piedi per terra...vedasi quella volta dei croissant...
Menomale che c'è qualcuno come te!
Grazie per le dritte!

Castagna

Ale ha detto...

ONDE, l'imperfezione a me piace sempre e la tua l'apprezzo in modo particolare. Bellissima preparazione ! complimenti

dolci a ...gogo!!! ha detto...

ondina questo mi piace di te l'onesta e la trasparenza dei tuoi post!!se decido di provare delle tue ricette so che sono testate veramente e che se c'è qualche problema nn esiti a scriverlo!di fronte a questa curd sia di limoni che arance ho avuto smepre il timore di creare disastri proprio perche per me le creme sono sempre state un enigma!!!adesso credo proprio di potemi lanciare senza ansie visto anche i tuoi suggerimenti!!!bacioni imma

Saretta ha detto...

A me le donne perfette proprio non piacciono, anzi mi stanno porprio antipatiche..Anche perchè dietro all'apparente perfezione(impossibile) si nasconde sempre qualcosa di oscuro.Io sono imperfettissima ma trasparente come il vetro;)
DEtto ciò amo questo orange curd e la tua bellissima foto!Sei davvero brava , altro che..
Un bacione grande

manuela e silvia ha detto...

eh..allora mica possiamo tirarci indietro proprio noi! assolutamente da rpovare..dopo cotanta spiegazione ;)
un bacione

Onde99 ha detto...

Grazie a tutte! Allora è vero, l'imperfezione è simpatica... non ho mai ricevuto così tanti commenti in così poco tempo :-O
@ Eli: grazie per avermi svelato questo trucco, conosco il blog di Mammazan, ma questo tip mi era sfuggito!
@ Imma: ovvio, tesoro, le mie ricette sono testate tre volte, come quelle dei libri della Marabout ;-)

Micaela ha detto...

Carissima, la foto mi piace moltissimo! Per quanto riguarda l’operazione di grattugiare la buccia degli agrumi io di solito metto sulla grattugia un po’ di carta da forno, dopodiché grattugio! In quel modo lo spreco sarà minimo perché ti basterà sollevare la carta da forno e passare la lama di un coltello per recuperare tutto il prodotto. Mi piace molto come hai scritto questo post, concordo con te! Non bisogna lasciar credere che tutto sia perfetto perché siamo esseri umani e di errori ne facciamo! I nostri errori a volte possono essere utili per gli altri come in questo caso! Mi hai convinta a provare questo curd!!! :-)

terry ha detto...

Adoro l'orange curd, ne ho postata una settimane fà a cui avevo aggiunto la cannella!
l'idea di usare le polvere d'arancia è ottima, cmq io ora uso le gratuggie quelle che hanno il manico tipo coltello
http://farm3.static.flickr.com/2386/2247463593_0fbd229cae.jpg?v=0
e non mi si fan poltiglia...mi trovo bene!
ti rubo la fetta in foto!
baci

dauly ha detto...

sto facendo seccare le scorze e devo trovare tante belle ricettine per utilizzarle, questa sarà una!! grazie per i vari suggerimenti, e hai perfettamente ragione, a volte vedi in giro tante cose perfette e pensi che le altre siano immuni da fallimenti e contrattempi e ti senti avvilita se magari la stessa preparazione è finita irrimediabilmente nella spazzatura....grazie per averci rese tutte più "umane"!!

Forchettina Irriverente ha detto...

Bella l'idea della polvere d'arancia. Io di solito per grattugiare la buccia dell'arancia uso un'apposita grattugia per zenzero, che una volta tanto funziona e non mi fa impazzire. Comunque mia cara, tu non sei l'unica donna imperfetta !! Anche io combino infiniti pasticci e l'ultimo che ho combinato è stato fare un pudding al cioccolato che si è praticamente carbonizzato in superficie ed è rimasto completamente crudo al centro, il tutto a 190° .. mi stò ancora chiedendo cosa sia successo .. non è da tutti fare una preparazione cruda e carbonizzata al tempo stesso !! Sei in buona compagnia .. ne avrei anche io di disastri da raccontare ... Baci - Manu

stefi ha detto...

Favoloso!!!
E la polvere di arancia da quando l'ho scoperta la metterei dappertutto!!!!!!!!
Buon We Onde!!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Sei un tesoro, perchè con questo post hai aiutato un'altra coppia imperfetta, mi è capitato un paio di volte che l'uovo si stracciasse e ho buttato tutto, da quel momento mi prende l'angoscia ogni volta che mi ci ricimento, ho il terrore che risucceda. Proverò a fare come hai detto, nel caso malaugurato che...
L'orange curd è una di quelle delizie alle quali non sappiamo resistere!
Un baciotto e buon fine settimana
Sabrina&Luca

iana ha detto...

;) la polvere d'arancia è davvero un'ottima alternativa, però gli agrumi a volte si lasciano anche grattuggiare, secondo me dipende dalla consistenza della scorza... ma spesso s hai ragione te!
Il burro non mi si è mai separato ma grumi... a volontà! E il minipimer è una vera salvezza ;)

dada ha detto...

Ti dico solo che ho ancora il sorriso sulla labbra, troppo carino questo post! concordo con Lenny, meglio cuocere a bagnomaria, per sicurezza, a meno d'avere un fuoco molto basso ed essere rapidi con la frusta.
Buon fine settimana arancioso

Giò ha detto...

pure io pesco dal barattolo direttamente! bellissimo post, alla faccia dei 3 minuti di cottura........pure se ci metti un cucchiaino di maizena i tempi sono + lunghi!e concordo con Lenny, il bagnomaria è essenziale!

Dodò ha detto...

siamo tutti imperfetti, a ben vedere! e questo post è utilissimo! l'unica volta che ho preparato un curd (stavolta di limone) era una cosa immangiabile!! comunque ho una grattugina piccola che gratta benissimo le bucce, senza che nulla si attacchi vicino. si trova un po' ovunque, la particolarità è che i fori non sono a stellina, ma piatti e allungati.
buon fine settimana!

Olivia ha detto...

Ne sai una più del diavolo!!Certo dovrò convincermi a preparare questa polvere di arance!!

Rossa di Sera ha detto...

Tu non sei una donna imperfetta, tu sei una donna furba! E anche bravissima, golosa e disponibile.
Insomma, adorabile!..
Ti aspetto a Roma!!!!!
Un bacione

marcella candido cianchetti ha detto...

mai fatto, ma con questa ricetta mi cimenterò grazie e buon w-end

オテモヤン ha detto...

オナニー
逆援助
SEX
フェラチオ
ソープ
逆援助
出張ホスト
手コキ
おっぱい
フェラチオ
中出し
セックス
デリヘル
包茎
逆援
性欲

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Devo ripetermi come un mantra "devo rifare la polvere d'arancia, devo rifare la polvere d'arancia". Ci riuscirò? Intanto mi godo questo tu perfettissimo orange curd in versione virtuale. Per ora è ancora off limits :-)
Un bacione e buon weekend
Alex

Ombraluce ha detto...

Interessante la tua ricetta per l'orange curd, proverò a rifarla in versione lemon, visto che ho a disposizione dei meravigliosi limoni di Amalfi.
Intanto che ci sono, ti ho aggiunto al mio blogroll :-)
Maria Grazia

Anonimo ha detto...

Ciao, commento in ritardo ma solo ieri sera ho fatto il curd.
La tua presentazione mi aveva divertito moltissimo perchè mi riconosco anch'io nel ritratto di donna imperfetta, così imperfetta che il curd mi è "impazzito", cioè si stava solidifcando ma poi si "ammollato". Dopo averlo invasto e visto che non accennava a diventare denso, ho ributtato in penatola, aggiunto un cucchiaino di maizena e fatto sobbollire per 1 minuto, frullato per sciogliere i grumi ed è risultato una vera delizia!
Elena